Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La missione Usa in Afghanistan finirà il 31 agosto. Biden: «Non manderò un’altra generazione di americani in guerra»

«È tempo che i leader afghani si uniscano per guidare il Paese verso il futuro», ha detto il presidente statunitense

Poco meno di una settimana fa, il presidente statunitense Joe Biden aveva ribadito che, come annunciato nei mesi scorsi, «il ritiro delle truppe Usa dall’Afghanistan è in corso ma non sarà concluso nei prossimi giorni». E se tempo addietro si ipotizzava che il ritiro delle truppe statunitensi potesse concludersi l’11 settembre, nel ventesimo anniversario dell’attacco alle Torri gemelle da parte di al Qaida, il presidente Joe Biden, oggi, ha dichiarato che la missione «si chiuderà il prossimo 31 agosto». Nel suo discorso, Biden ha detto che gli Stati Uniti «non sono andati in Afghanistan per costruire una nazione», e che è giunto il tempo che «i leader afghani si uniscano per guidare il proprio Paese verso il futuro». «Quante altre migliaia donne e uomini siamo disposti a sacrificare?» ha risposto retoricamente Biden a chi chiedeva al presidente statunitense di prolungare la presenza delle truppe nel Paese.


Per la Casa Bianca quella in Afghanistan «è una guerra impossibile da vincere»

Biden ha continuato: «Non manderò un’altra generazione di americani in guerra in Afghanistan, senza alcuna ragionevole aspettativa di raggiungere risultati diversi». Già, perché la decisione di procedere con il ritiro delle truppe Usa resta comunque legata alla presa di coscienza, esplicitata nei giorni scorsi dal portavoce della Casa Bianca Jen Psaki, che quella in Afghanistan «è una guerra impossibile da vincere» e che «non può risolversi con soluzioni militari». Al contempo, però, parallelamente al progressivo ritiro delle truppe straniere dall’Afghanistan, in alcune aree strategiche del Paese continua la rapida avanzata dei talebani. A detta di Psaki, alla luce del fatto che l’ex presidente Trump aveva già annunciato che le truppe sarebbero state ritirate dal Paese entro il maggio 2021, «un eventuale prolungamento della missione rischierebbe di condurre a un’escalation di attacchi contro le forze armate americane». In qualsiasi caso, a detta di Biden, la missione statunitense in Afghanistan «può definirsi compiuta».


Foto in copertina: EPA/SARAH SILBIGER / POOL

Leggi anche: