Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Euro 2020, Bonucci: «Inglesi fortissimi in attacco, giocare a casa loro non ci spaventa. Faremo giovani contro vecchietti»

Il difensore della Juve lancia un appello ai tifosi: «Invito i ragazzi a festeggiare nel rispetto di se stessi e del prossimo. Ho visto immagini che vanno stigmatizzate»

Cresce l’attesa per la finalissima di Euro 2020 che si giocherà domenica 11 luglio allo stadio londinese di Webley. E gli Azzurri, che scontreranno gli avversari inglesi in casa, si dicono pronti. «Giocheremo in casa dell’Inghilterra, ma questo non ci spaventa», ha detto Leonardo Bonucci in conferenza stampa all’antivigilia del match. «Gli attaccanti della Nazionale inglese sono fortissimi, facciamo giovani contro vecchietti, dovremo essere molto, molto attenti alla loro velocità e fisicità». La vittoria di domenica, dice, sarebbe «una grande iniezione di fiducia per l’Italia e per tutto il movimento calcistico, a noi e alla Federazione. Non facciamo dietrologia, pensiamo solo a giocare al calcio, non al resto». Bonucci, che ha avuto la «fortuna» di vivere molte vigilie così in Champions, si dice sereno e spera di trasmettere la propria serenità anche ai compagni di squadra. «Saremo all’altezza della situazione e non vediamo l’ora di giocarci questa finale. A Kiev nel 2012 arrivammo stanchi. Non vediamo l’ora di scendere in campo, anche se gran parte dei tifosi presenti saranno inglesi. Vogliamo fare qualcosa di storico, una grande prestazione e poi vedremo come finirà. Non dobbiamo avere alibi». La presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella in tribuna è una dimostrazione di vicinanza, dice il difensore: «Vogliamo regalare una gioia al capo dello Stato, che verrà a Wembley per vederci, e a tutti gli italiani». E lancia un appello ai tifosi: «Invito i ragazzi a festeggiare nel rispetto di se stessi e del prossimo. Ho visto immagini dure, difficili, poco rispettose, che vanno stigmatizzate».


Leggi anche: