Green pass, Meloni sulle accuse di incoerenza: «Era stato pensato per il turismo, così lo devasta» – Il video

La leader di Fratelli d’Italia: «Doveva incentivare gli spostamenti delle persone all’interno della UE, non gravare sull’economia»

«Si può essere contrari al Green pass senza essere No vax»: Giorgia Meloni si difende dalle accuse di incoerenza e spiega, in un video pubblicato su Facebook, perché il suo partito, Fratelli d’Italia, ha cambiato idea sulla certificazione verde: «L’ultima delirante bugia della sinistra e del mainstream è che la posizione di Fratelli d’Italia sul green pass non sarebbe coerente perché siamo favorevoli a quello europeo. Signori, sveglia. Il green pass europeo, per come era stato concepito, era uno strumento che incentivava il turismo e gli spostamenti delle persone all’interno della UE, evitando quarantene», ha detto la leader di Fratelli d’Italia, attaccata venerdì 23 luglio anche da Maria Elena Boschi: «Giorgia Meloni è semplicemente imbarazzante. Tre anni fa voleva i vaccini obbligatori, tre mesi fa il Green Pass, adesso fa la No Vax», ha detto la deputata di Italia viva. Secondo Meloni, ha spiegato, applicare il Green pass «ai ristoranti, ai bar e a molte altre attività produttive, sortisce l’effetto contrario, devastando il nostro turismo e la nostra economia e favorendo, allo stesso tempo, tutte le altre Nazioni che non hanno adottato questa misura. Forse per la sinistra è una posizione troppo difficile da capire?».


Leggi anche: