Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La disfida dei gemelli Giovanardi, uno vaccinato e l’altro no: «Vediamo chi campa di più»

Carlo, il politico, ha ricevuto prima e seconda dose. Daniele, il medico, ha detto di no e lo farebbe solo se fosse certo di non avere effetti collaterali. E intanto sfida il fratello

Carlo Giovanardi, ex ministro e sottosegretario dei governi Berlusconi e senatore della Repubblica fino al 2018, ha un fratello gemello di nome Daniele che di mestiere fa il medico e attualmente è in pensione. Proprio quest’ultimo oggi in un’intervista a la Repubblica racconta di non aver ricevuto il vaccino contro il Coronavirus. E questo perché «in questo momento, per me, è più rischiosa la vaccinazione che prendere il virus». Secondo Daniele Giovanardi «chi ha fatto una scelta diversa non è un cittadino di serie B» e del Green Pass non se ne parla proprio: «Qual è la razionalità?». L’ex medico precisa che sconsiglia di farlo ai ragazzi: «Ho fatto fare il vaccino a centinaia di persone: settantenni con patologie, diabete, ipertensione, obesi. Ma se uno viene da me e mi chiede: “Faccio vaccinare mia figlia di 16 anni?”, rispondo di no. Germania, Inghilterra, Francia escludono che si debbano usare farmaci genomici per questa fascia. Devo stare zitto?». E non teme per la sua salute: «Sono un ex olimpionico in perfetta salute. Se mi sveglio con la febbre, comincio dal primo giorno con delle terapie, antifiammatori e così via. Non si capisce perché un libero cittadino debba essere bandito». Il vaccino lo farebbe, sì, ma soltanto a una condizione: «Un vaccinatore mi deve scrivere due cose: che da vaccinato non infetterò nessuno; e che non è un farmaco sperimentale e c’è certezza che non avrò effetti collaterali. Deve firmare». In compenso è pronto a sfidare il fratello: «Da 40 anni faccio il medico, lui il politico. Uno vaccinato l’altro no. Vediamo chi campa di più». Il guanto di sfida è lanciato.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: