Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Sanitari No vax nell’ospedale di Bassetti: per 8 stop a lavoro e stipendio. Due ci ripensano

Il nosocomio toglie lavoro e stipendio a quattro tecnici, due biologi e due infermieri. Che cambiano subito idea

L’ospedale San Martino di Genova ha sospeso dal lavoro e dallo stipendio otto dipendenti che non avevano voluto vaccinarsi. Si tratta di quattro tecnici, due biologi e due infermieri. Il nosocomio in cui esercita Matteo Bassetti, in prima linea nella regione nella lotta a Covid-19, ha fatto partire ieri le lettere di sospensione e, secondo quanto scrive oggi il Secolo XIX, i due infermieri avrebbero già cambiato idea, manifestando la volontà di immunizzarsi. Il direttore generale Salvatore Giuffrida parla di «procedimento in corso per otto sanitari», mentre gli otto fanno parte dei 21 lavoratori segnalati dalla Asl3 di Genova a cinque diverse aziende ai sensi del decreto legge 44/2021.


I sanitari sospesi dall’ospedale San Martino di Genova

In tutta la Liguria intanto è caccia ai no vax, veri o presunti. le aziende sanitarie incrociano i dati degli immunizzati con quelli dei nominativi trasmessi dagli ordini professionali. Poi scrivono a chi è inadempiente, chiedendo il motivo della mancata vaccinazione. Se non c’è risposta, o se l’interessato ribadisce la volontà di non ricevere il vaccino, arriva la segnalazione ai datori di lavoro. Se invece ci sono motivi medici dietro la decisione si chiede un certificato medico e si procede ad ulteriori accertamenti. In tutto sono 590 nel territorio della Asl 3 ad aver trasmesso giustificazioni per motivi diversi, dalle patologie pregresse all’aver contratto Covid-19. Una prima stima dice che in totale potrebbero essere più di 1200 quelli che mancano all’appello.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: