Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

L’ingloriosa svolta di Eric Clapton: ha composto l’inno dei No vax – Il video

L’artista era già salito alle cronache negli ultimi mesi racontando gli effetti che le due dosi di Astrazeneca avevano causato sul suo corpo

Mentre gli anti-vaccinisti tornano a farsi sentire in Italia – organizzando proteste e cercando di causare disagi alla mobilità – dal Regno Unito, un’autentica leggenda del rock si fa portavoce dell’inno no vax. This Has Gotta Stop è il nuovo singolo pubblicato da Eric Clapton: una canzone che, forse, il chitarrista porterà sui palchi di Louisiana, Tennessee, Georgia, Florida e Texas, dove a settembre dovrebbe esibirsi. Il video che accompagna il brano, invece, vede alternarsi una serie di illustrazioni animate in cui compaiono persone con gli occhi sotto effetto ipnotico indotto dai mass media, gente che protesta contro un «burattinaio», brandendo cartelli sulla libertà, e un tributo ai Jam for Freedom, gruppo britannico di artisti di strada no vax che Clapton sostiene.


Il 76enne è solito mostrare il suo scetticismo circa le misure adottate per contenere il Coronavirus. Dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino Astrazeneca, Clapton ha condiviso una nota in cui spiegava di aver avuto «subito reazioni grave, che sono durare poi dieci giorni». Ancora più impattante il racconto della seconda inoculazione: «le mie mani e i miei piedi erano o congelati, insensibili o in fiamme, e praticamente inutili per due settimane. Temevo che non mi sarei mai più esibito». L’artista, che rifiuta di andare nei luoghi dove il Green Pass è obbligatorio, ha anche minacciato di cancellare alcuni suoi spettacoli se al pubblico fosse stato richiesto il lasciapassare digitale. «Non suonerò per un pubblico discriminato», ha detto.


Leggi anche: