Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

«Perché non mi guarda in faccia?»: la domanda dell’inviata Rai al talebano – Il video

«Fossi stata una giornalista afgana non me la sarei cavata con tanta facilità», ha detto la corrispondente

«Ma perché non mi guarda in faccia quando mi parla?». La domanda la fa l’inviata Rai per il Tg3 a Kabul, Lucia Goracci, a un combattente talebano che in quel momento è di fronte a lei, mentre lo intervista. Il video ha fatto presto il giro del web. «Non mi è permesso parlare alle donne», risponde lui, a favore di camera. «Non mi sono spaventata», commenta Goracci al Corriere della Sera, «perché l’ho visto spiazzato, più che aggressivo. Mi ha trattata con distacco sprezzante». E ha poi aggiunto: «Mi sono allontana con tranquillità. Triste a dirsi, ma noi giornalisti internazionali siamo più protetti. C’è un doppio standard: fossi stata afgana, non me la sarei cavata con tanta facilità».


Continua a leggere su Open


Leggi anche: