Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

«Cerco badante non vaccinata»: nelle chat di Telegram annunci di lavoro riservati ai No Green pass

Nei gruppi tante autocandidature da parte di lavoratori sospesi e qualche sfogo contro il governo: «Non cediamo al loro ricatto»

Per andare a lavoro dal 15 ottobre è necessario esibire il Green pass. Il governo non è tornato indietro, nemmeno dopo le maxi proteste di Roma e Trieste. Così migliaia di persone, che non si sono vaccinate e che non intendono sottoporsi ogni due giorni a un tampone, rischiano di fatto di non poter più lavorare. I No Green pass, però, non si sono persi d’animo e così, su Telegram, si sono dati da fare creando dei veri e propri canali in cui pubblicare annunci di lavoro solo per non vaccinati. Tra i lavori più cercati c’è quello del badante, figura che dovrebbe accudire, in sicurezza, i più anziani, quindi i più esposti al Covid, quelli che hanno pagato un durissimo prezzo per questa pandemia. Open è entrato nelle chat Telegram “Liberi di lavorare” (una per ogni regione, tra l’altro) e “Lavoro No Green pass” dove quotidianamente vengono pubblicati gli annunci più disparati. Rivolti solo a chi non ha il Green pass, dei veri e propri uffici di collocamento per negazionisti.


Gli annunci di lavoro

Ci sono infermieri ma anche insegnanti sospesi che sono alla ricerca di un’altra occupazione. «Tra poco verrò sospeso ma, oltre a fare l’infermiere, ho un master in Coordinamento del personale. Me la cavo come idraulico, non ho paura di lavorare», si legge. E ancora: «Sono Laura, insegnante di scuola dell’infanzia. Sto cercando lavoro visto che ormai, grazie al Green pass, nella scuola statale non mi fanno più lavorare». Poi c’è Anna, infermiera «momentaneamente sospesa», che« cerca lavoro come badante e commessa». «Sono rimasta senza lavoro – scrive un’altra utente – perché non sono vaccinata. Chi può aiutarmi? Faccio la badante e sono disposta a fare tamponi». E ancora, sono diversi gli utenti che non risparmiano attacci all’esecutivo: «Sono una cuoca, pratica anche in pizzeria. Non voglio sottostare al ricatto del governo e mi adatto anche al lavoro di impiego, portineria, pulizia, autista e badante».


Ma ci sono anche datori di lavoro che cercano rigorosamente lavoratori senza Green pass. «Mi chiamo Laura e cerco una badante per mia madre. Siamo a Roma. Contratto nazionale, requisito essenziale che non sia vaccinata», si legge in una delle chat negazioniste. «Cerco una colf non inoculata per due giorni a settimana a Palermo», scrive una donna che cerca personale per accudire i genitori di 90 anni. Ma ci sono anche offerte di lavoro online, dunque in smart working dove non è necessaria la presenza, e dunque il Green pass, oltre alle idee per lavoro in nero: «Se non lasciano noi lavorare bisogna guadagnare in qualche modo. Non possiamo rimanere fermi», si legge.

Foto in copertina di repertorio: ANSA/ MASSIMO PERCOSSI

Leggi anche: