Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Molise, Puglia e Sardegna sono le regioni dell’Europa occidentale in cui i dati sull’epidemia stanno andando meglio – La mappa

Considerando tutto il continente, lo Stato che sta reagendo meglio in questa fase è la Romania

Aggiornata la mappa dell’Ecdc, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, che analizza la situazione della pandemia di Coronavirus nelle diverse regioni europee. La mappa è stata realizzata combinando i dati relativi al tasso di positività e al numero di casi individuati su una popolazione di 100 mila abitanti. Le uniche regioni dell’Europa occidentale a essere rimaste gialle, e quindi con una bassa incidenza del virus, sono tutte italiane: si tratta di zone in cui il tasso di positività è superiore al 4 per cento o inferiore a questa soglia ma con un’incidenza bisettimanale che supera i 50 casi ogni 100 mila abitanti. Le regioni che rientrano in questa categoria sono: Molise, Puglia e Sardegna. In questi tre territori, l’incidenza resta sotto la soglia dei 200 casi ogni 100 mila abitanti. L’istantanea dell’Ecdc inquadra il resto dell’Italia in una situazione grave, colorata di rosso chiaro, ma non allarmente come il rosso scuro con cui sono colorati la quasi tutti i territori europei. Gran parte della Francia, della Germania, i Paesi dell’Europa continentale, l’Irlanda, la Grecia e il Portogallo mostrano un’incidenza uguale o superiore ai 500 casi ogni 100 mila abitanti. L’unico Paese dell’Unione a conservare delle regioni in zona verde è la Romania.


Leggi anche: