Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il focolaio dopo la festa con 500 studenti in Abruzzo: i carabinieri denunciano i responsabili

Ad oggi sono circa trenta i contagiati ma non si esclude un aumento nei prossimi giorni a conclusione dello screening molecolare attivato dalla Asl

Un focolaio di Coronavirus si è sviluppato ad Avezzano dopo una festa di studenti del Liceo Scientifico V. Pollione. Per questo il vicesindaco Domenico Di Berardino ha chiuso l’istituto fino al 22 dicembre prossimo. I contagiati per ora sono 30 ma lo screening non è ancora finito: «È stato lo stesso Dipartimento di prevenzione della Asl- precisa il vicesindaco con il Messaggero – a chiedere la proroga dell’interruzione della didattica per i molteplici contagi che si stanno registrando tra gli studenti. Ad oggi sono circa trenta i contagiati ma non si esclude un aumento nei prossimi giorni a conclusione dello screening molecolare attivato dalla Asl per scongiurare la diffusione in città». Intanto i carabinieri hanno compilato un’informativa in cui individuano i responsabili del focolaio e l’hanno inoltrata al magistrato inquirente: ora starà a lui decidere se iscrivere nel registro degli indagati chi ha organizzato la festa. Dopo la quale i ragazzi sono andati a scuola nei giorni 10, 11 e 12 dicembre: proprio allora sono cominciati ad emergere alcuni casi sparsi di positività al virus.


Foto copertina da: MarsicaLive


Leggi anche: