Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il piano Figliuolo e i vaccini che mancano: restano 2,8 milioni di dosi e non c’è Pfizer (l’unico per gli under 18)

Il 10 gennaio scatta la riduzione del tempo per la terza dose. E da quel momento la richiesta potrebbe esplodere

Il piano per l’immunizzazione del generale Francesco Paolo Figliuolo deve fronteggiare un problema di scarsità. L’ultimo aggiornamento del contatore dice che sono rimaste 2.864.423 milioni di dosi. Le inoculazioni, complice la stretta sul Green pass di dicembre e quella in arrivo, corrono. Ma il 10 gennaio scatta la riduzione del tempo per la terza dose. E da quel momento la richiesta potrebbe esplodere. Anche perché potenzialmente potrebbero dover fare l’iniezione in 23 milioni. La Stampa scrive oggi che a scarseggiare è soprattutto Pfizer. Ovvero proprio l’unico vaccino fin qui autorizzato per gli under 18. Fonti di governo fanno sapere al quotidiano che «le dosi ci sono e ci saranno». Ma non ci sono informazioni pubbliche sulle nuove forniture in arrivo. Né sull’effettiva quantità di riserve che l’esercito ha nei frigoriferi per fronteggiare l’eventuale calo delle consegne. Una soluzione-tampone potrebbe essere l’uso della mezza dose delle fiale di Moderna. La Regione Piemonte ha calcolato che così potrà somministrare un milione e seicentomila richiami. E a breve dovrebbe arrivare anche la disponibilità di Novavax.


Intanto, secondo il report del commissario aggiornato ad oggi, sono 111.570.154 le dosi di vaccino anti-Covid somministrate in Italia, il 97,8% del totale di quelle consegnate pari finora a 114.100.518 (nel dettaglio 78.358.182 Pfizer/BioNtech, 20.804.441 Moderna, 11.544.666 Vaxzevria-AstraZeneca, 1.845.229 Janssen e 1.548.000 Pfizer pediatrico). Sono 19.906.208 le dosi addizionali/richiamo (booster) somministrate al 64,21% della popolazione potenzialmente oggetto di tali somministrazioni che ha ultimato il ciclo vaccinale da almeno cinque mesi. Le persone che hanno avuto almeno una dose sono 48.074.990, l’89,01% della popolazione over 12 mentre quelle che hanno completato il ciclo vaccinale sono 46.397.916, pari all’85,91% della popolazione over 12. I guariti in totale sono 413.155, lo 0,76% della popolazione over 12 guarita da al massimo sei mesi. In totale la somma di chi ha avuto almeno una dose e di chi è guarito da almeno sei mesi è pari a 48.488.145, ossia l’89,78% della popolazione over 12. Nella fascia 5-11 anni, hanno avuto almeno una dose in 337.597 (il 9,23% della popolazione pediatrica) mentre 362 hanno già completato il ciclo vaccinale; i guariti da al massimo sei mesi sono 129.417.


Leggi anche: