Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La leggenda del tennis Navratilova: «Djokovic è indifendibile. Si vaccini, che leader è se non dà l’esempio?»

L’ex campionessa: «Molte volte l’ho difeso, ora no. Io sono stata in fila per vaccinarmi, avevo paura di ammalarmi»

La leggenda del tennis Martina Navratilova critica la scelta di Novak Djokovic di non vaccinarsi contro il Covid. L’ex campionessa americana di origine ceca, citata dai media a Belgrado, ha detto: «Ho tanta ammirazione per Djokovic, molte volte ho preso le sue difese, ma non posso difendere la sua decisione di non vaccinarsi». «Se si vuole essere leader bisogna dare l’esempio, basato sul benessere di tutti», ha aggiunto Navratilova, che nella sua carriera ha vinto gli Australian Open per tre volte. «Io sono stata in fila per vaccinarmi, avevo paura di ammalarmi e di non essere vaccinata». Secondo le ultime notizie, le false informazioni rilasciate dal tennista alla polizia di frontiera australiana potrebbero costargli l’arresto e una condanna a fino cinque anni di prigione. Come riporta il sito australiano The Age, l’indagine della autorità locali si sta concentrando sulle informazioni che il tennista ha riportato nei suoi documenti di viaggio. Djokovic si è difeso, spiegando che si è trattato di un errore «non volontario» del suo staff. Il tennista – che sarebbe risultato positivo il 16 dicembre – aveva dichiarato di non aver viaggiato nelle due settimane precedenti l’arrivo in Australia lo scorso 4 gennaio, ma una serie di articoli e post sui social hanno smentito questa affermazione.


Leggi anche: