Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Cercavano una receptionist in costume da bagno, dopo l’ispezione arriva la multa per l’azienda di Napoli

A decidere la multa è stato l’Ispettorato nazionale del lavoro dopo una segnalazione diretta del ministro Andrea Orlando

L’annuncio dell’azienda napoletana Medial Service Srl era diventato virale sui social. Poche righe in cui si proponeva un lavoro da receptionist pagato 500 euro al mese. Tra i requisiti: bella presenza, avere meno di 30 anni, parlare lingua inglese e «l’invio di una foto a figura intera in costume da bagno o similare». Ora le sanzioni. L’Ispettorato nazionale del lavoro (Inl) ha deciso per una multa da 10 mila euro Medial Service Srl, sanzione ridotta a un terzo se pagata immediatamente. Come si legge dalla nota che accompagna la notizia, la decisione di Inl è stata presa dopo una segnalazione diretta del ministro Andrea Orlando: «Giovedì 27, a seguito della segnalazione del ministro del Lavoro Andrea Orlando, il Direttore dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, Bruno Giordano, ha immediatamente attivato l’Ufficio di Napoli, che è subito intervenuto per la rimozione dell’annuncio dal web. Gli ispettori del lavoro hanno comminato la sanzione amministrativa prevista per la violazione del divieto di discriminazione nell’accesso al lavoro. L’amministratore della società ha ammesso l’errore e rimodulato il testo dell’inserzione, conformemente alla normativa vigente in materia di pari opportunità».


Foto da Pixabay


Leggi anche: