Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

No vax, i “Convogli della libertà” non si fermano: decine di veicoli diretti a Bruxelles – I video

Le autorità del Belgio presidieranno il quartiere delle istituzioni europee e la strada che collega la capitale all’aeroporto

Pare non sia valso a nulla il divieto imposto delle autorità del Belgio nei confronti dei «Convogli della libertà», i manifestanti che a bordo di camion e di altri veicoli protestano contro le restrizioni per il Covid. Da Parigi, dove nelle scorse ore si sono verificati scontri tra dimostranti e polizia, sono partiti circa cento di mezzi pesanti diretti verso Bruxelles. Nonostante sia stata disposta la chiusura della città ai tir della protesta, resta nel mirino della manifestazione del 14 febbraio il quartiere delle istituzioni europee. Alla vigilia della protesta, la polizia federale ha diramato un invito a non guidare in città, visti i possibili disagi alla circolazione. L’unica zona autorizzata per la contestazione è quella del parcheggio dell’area Expo, ma soltanto per un sit-in statico. Le autorità sono preoccupate anche da un possibile blocco stradale che gli autisti potrebbero mettere in atto sulla strada che collega la capitale belga all’aeroporto. Nelle ultime ore, sui social network, è emerso come possibile destinazione dei camionisti il Parco del Cinquecentenario, già palco delle proteste dei No vax belgi nelle passate settimane.


I video da Parigi

Leggi anche: