Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Morto in stage a 16 anni, proteste degli studenti in tutta Italia: «Due tragedie in meno di un mese, è un crimine» – Il video

Il 18 febbraio gli studenti torneranno in piazza. Il preside dell’istituto: «Una disgrazia che ci colpisce come comunità»

Immediata la reazione degli studenti dopo la morte di Giuseppe Lenoci, 16 anni, vittima di un incidente stradale mentre stava svolgendo uno stage aziendale in una ditta di termo-idraulica. I giovani dell’Opposizione studentesca d’alternativa (Osa) promettono battaglia: «In tutta Italia, blitz di Osa sotto gli Uffici scolastici regionali per richiedere l’abolizione immediata dei Pcto (l’attuale nome dell’alternanza scuola-lavoro, ndr) e le dimissioni di Bianchi. A Roma, Osa è con gli studenti del movimento ‘la Lupa’ al Miur per portare tutta la nostra rabbia sotto i palazzi del governo Draghi», fanno sapere i ragazzi di Osa Roma. E ancora: «A questo ennesimo fatto tragico che colpisce la nostra generazione, dopo la morte di Lorenzo Parelli neanche un mese fa, la nostra risposta è la lotta». Gli studenti scenderanno in piazza, in tutta Italia, il 18 febbraio «per portare la rabbia della nostra generazione dopo questa ennesima morte, richiedere l’abolizione immediata dell’alternanza scuola lavoro e per chiedere le dimissioni del ministro Bianchi in quanto responsabile della situazione gravissima che stiamo vivendo. Non dimenticheremo e non perdoneremo».


Il commento del preside: «Una disgrazia che ci colpisce come comunità»

«Una disgrazia che ci colpisce profondamente, come comunità e come scuola. Abbiamo perso, in questo tragico incidente stradale un “figlio” anche noi, mentre si stava preparando a svolgere un’attività formativa di stage», è il commento di padre Sante Pessot, direttore dell’Istituto degli Artigianelli di Fermo, frequentato appunto da Giuseppe Lenoci. «Si tratta di attività co-progettate con le imprese, nel rispetto delle normative nazionali e regionali – ha aggiunto – che preparano ad un inserimento graduale e responsabile nel mondo del lavoro, con il supporto dei nostri docenti e tutor. I momenti di esperienza sul lavoro fanno parte del loro percorso formativo e sono un momento fondamentale per la costruzione del loro futuro, come alunni di un centro di formazione e professionale vivono con entusiasmo gli spazi di stage».


Video e foto in copertina: OSA/INSTAGRAM

Leggi anche: