Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Bonus psicologo, via libera in commissione. Sensi (Pd): «Si va in Aula, un passo avanti decisivo»

Il provvedimento prevede lo stanziamento di 20 milioni di euro, di cui 10 dedicati al potenziamento delle strutture già esistenti e 10 milioni per il bonus per sostenere le terapie necessarie. L’importo del voucher sarà definito in base all’Isee e sarà pari a circa 600 euro annui

Dopo l’esclusione dalla Legge di Bilancio dello scorso dicembre, via libera delle Commissioni Affari Costituzionali e Bilancio al cosiddetto bonus psicologo. Un’approvazione arrivata intorno alle 3 del mattino nell’Aula dei gruppi parlamentari durante l’esame del decreto Milleproroghe che verrà discusso alla Camera domani, venerdì 18 febbraio. L’intervento consiste in uno stanziamento di 20 milioni di euro, di cui 10 per potenziare le strutture del Ssn già esistenti, mentre gli altri 10 milioni di euro saranno destinati a quanti chiederanno il rimborso per le spese effettuate per le terapie. A darne notizia è stato il deputato del Pd Filippo Sensi, che in un tweet ha scritto: «Ore 2.52. Le Commissioni riunite Affari Costituzionali e Bilancio approvano il bonus psicologo. Grazie al governo per il lavoro fatto, ai gruppi parlamentari per il sostegno, a tutti coloro che ci hanno creduto. Si va in aula alla Camera. Un passo avanti decisivo».


Il deputato dem ha confermato che lo stanziamento prevede che «10 milioni saranno destinati al potenziamento delle strutture già esistenti e 10 per quei cittadini che, da platea Isee, potranno chiedere un ristoro di fronte alle spese affrontate durante psicanalisi o terapie, cifra che dovrebbe aggirarsi sui 600 euro annui». Il provvedimento è nato infatti dalla presa di coscienza che «il Covid ha portato morte e preoccupazione, ma anche il lato oscuro della salute mentale delle persone», sottolineando come negli ultimi due anni sono aumentati episodi di «suicidio o tentato suicidio, episodi di cutting autolesionismo, ansia e depressione tra giovani, ma non solo. E di fronte a questa impressionante ondata di disagio – ha sottolineato Sensi – credevamo fosse necessario andare incontro alle esigenze di queste persone, che non compongono una nicchia».


Cos’è, come funziona e chi può richiedere il bonus psicologo

Il “Bonus psicologo” prevede lo stanziamento di 20 milioni di euro: 10 milioni serviranno per rafforzare le strutture per il sostegno psicologico, o di natura psicoterapica già esistenti e per le assunzioni del personale, mentre gli altri 10 milioni di euro saranno destinati per il bonus. Il sostegno economico, così come si legge nel testo approvato dalle Commissioni – è volto al «potenziamento dell’assistenza per il benessere psicologico individuale e collettivo, anche mediante l’accesso ai servizi di psicologia e psicoterapia in assenza di una diagnosi di disturbi mentali» e verrà erogato in base all’Isee, senza vincoli d’età, a seguito di prescrizione medica. Escluse dalla platea dei beneficiari del contributo le famiglie con Isee pari o superiore ai 50mila euro. In caso di approvazione da parte dell’Aula, i requisiti, le modalità d’accesso e l’importo del bonus verranno stabiliti nel dettaglio dai ministeri della Salute e dell’Economia mediante decreto attuativo.

Leggi anche: