Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Anonymous e il giornale «Pravda» hanno diffuso i dati personali di 120 mila soldati russi in Ucraina

L’account principale delle rete hacker ha rilanciato anche l’azione di un attivista che dice di essere entrato in possesso di documenti sulle finanze personali di Putin

Nomi, date di nascita, indirizzi, unità di affiliazione, numeri di passaporto e numeri di telefono. È il contenuto dell’ultimo leak diffuso da Anonymous, la rete di hacker che dal primo giorno dell’invasione in Ucraina ha dichiarato guerra a Vladimir Putin. Gli hacker hanno diffuso i dati personali di 120 mila soldati della Federazione Russa che stanno combattendo in Ucraina. Un primo elenco era stato pubblicato nei giorni scorsi dal quotidiano Pravda Ucraina. Questi dati hanno una rilevanza strategica: i profili dei soldati sul campo potrebbero permettere agli attivisti ucraini di infiltrarsi nella rete di comunicazioni, senza contare le possibili conseguenze anche per le famiglie dei militari sul campo.


Nelle ultime ore l’account Twitter principale di Anonymous (@YourAnonNews) ha dichiarato anche di non essersi schierato contro i cittadini russi: «Noi non siamo vostri nemici. Il vostro governo sta attaccando uno Stato sovrano. Ribellatevi». Gli hacker hanno lanciato poi un messaggio rivolto ai soldati russi: «Arrendetevi e mettete giù le vostre armi. Il popolo dell’Ucraina non vuole la guerra». Dopo gli attacchi ai siti del governo e quelli sui dati di navigazione dello yacht di Putin e delle compagnie petrolifere, negli ultimi giorni la rete hacker aveva rivolto le proprie attenzioni verso il sito dell’agenzia spaziale russa Roscosmos.


Gli affari di Putin

Nella sua scenografica dichiarazione di guerra, Anonymous aveva detto di voler indagare anche sul patrimonio personale di Vladimir Putin. Al momento non sono ancora state rivelate informazioni di questo tipo ma nelle ultime ore l’account Twitter @PucksReturn rilanciato da @YourAnonNews ha dichiarato di essere entrato in possesso di una serie di documenti che dimostrerebbero alcune operazioni condotte dai conti personali di Putin. Le stime sul patrimonio del presidente della Federazione russa sono ancora molto vaghe ma alcune di queste arrivano fino a 200 miliardi di dollari.

Leggi anche: