Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

L’appello di Jovanotti per la pace in Ucraina: «Fermatevi e salvate i bambini»

L’appello: «Fermatevi vi prego, fermatevi e basta, fate vivere i bambini, fate vivere le persone vive, fate passeggiare gli innamorati, fate sognare chi dorme»

Il cantante Jovanotti firma oggi su La Stampa un appello per la pace in Ucraina.


Fermatevi vi prego, fermatevi e basta, fate vivere i bambini, fate vivere le persone vive, fate passeggiare gli innamorati, fate sognare chi dorme, fate lavorare i lavoratori, giocare a pallone, seminare i campi, cucire vestiti, allestire vetrine con cose inutili ma luccicanti, litigare per il tifo o per il pianerottolo, guarire dalle ferite e dalle malattie, riempire zainetti di costumi da bagno e pareo, fate dire buongiorno a chi si incontra per strada. Fate che arrivi subito un giorno in cui i telegiornali possano aprirsi con una notizia frivola, di quelle che ti fanno pensare «certo che i telegiornali oggi non sanno proprio cosa dire».


L’appello, pubblicato anche su Facebook, si chiude così:

Fatelo per l’Eurofestival, se non volete farlo per le nonne che stanno nelle file alla frontiera o nei rifugi e che portano con se una busta della spesa con dentro tutto quello che riescono a trasportare. E quando penso «fatelo» a chi mi rivolgo? Non lo so, non lo so davvero, io non lo so. Io sono qui, nell’universo, sulla terra, in Europa, a casa mia, continuerò ad allestire il veliero di Jova beach party, come uno stupido, un illuso, come Mr Magoo (la Fra a volte mi chiama Mister Magoo), e lo costruiremo come chi prepara una festa, pensa un po’ come stiamo messi, perché tra quattro mesi due sono le possibilità e una, quella in cui speriamo, è che questa ennesima assurda guerra si sia fermata e il qui presente Mr. Magoo gridi nel microfono «ora cominciamo».

Leggi anche: