Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Dopo gli aerei, ora gli yacht. Lo studente che seguiva i voli di Musk è di nuovo sulle tracce degli oligarchi russi

L’account @RussiaYachts è appena nato ma promette di tracciare i movimenti di 23 imbarcazioni apparteneti a 18 persone

Il 1 marzo Jack Sweeney aveva annunciato l’ampliamento delle sue attività. Dopo essere diventato noto su Twitter per il tracciamento del jet di Elon Musk, questo ragazzo di 19 anni aveva deciso di seguire tutti i movimenti degli aerei che appartenevano agli oligarchi russi. Un progetto che permetterà di capire quanto le sanzioni decise dall’Unione europea e dagli Stati Uniti interferiranno davvero con le loro vite. Sweeney ha lanciato così @RUOligarchJets: l’account in una manciata di giorni è arrivato a sfiorare i 400 mila follower. Ora lo studente al primo anno dell’University of Central Florida punta al raddoppio: con l’account @RussiaYachts vuole seguire anche le imbarcazioni di lusso degli uomini più potenti della Russia.


L’account è stato appena lanciato e promette di tracciare tutti i movimenti di 23 yacht appartenenti a 18 persone. Tra questi c’è anche Graceful, lo yacht di Vladimir Putin dal valore di 87 milioni di euro già vittima di un attacco di Anonymous. Oltre all’imbarcazione del presidente russo ci sono anche le proprietà di Roman Abramovich: Eclipse e Solaris, l’imbarcazione da 600 milioni di dollari considerata lo yacht più costoso del mondo con 8 ponti e un hangar in grado di ospitare un elicottero. Fra le imbarcazioni compare anche la Lady M di Alexey Morsashov, sequestrata dalla Guardia di Finanza nel porto di Imperia in Liguria. Sempre Sweeney ha creato anche @PutinJet, account dedicato ai movimenti aerei dei massimi esponenti del Cremlino.


Foto in copertina: Lo yacht Solaris di Roman Abramovich

Leggi anche: