Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

«Fermate la guerra»: una dipendente della tv di Stato russa manifesta in diretta contro l’invasione in Ucraina – Il video

«Non credete alla propaganda, qui vi stanno mentendo», si legge sul cartello che la donna espone dietro alla conduttrice

In Russia una dipendente di Channel One ha interrotto una trasmissione in diretta sulla tv di stato russa. Lo ha fatto sventolando un cartello con la scritta: «No alla guerra, fermate la guerra». Nei filmati ampiamente condivisi in Russia, anche sull’app di social media Telegram, Marina Ovsyannikova entra nell’inquadratura dietro alla conduttrice del telegiornale. «Non credete alla propaganda, qui vi stanno mentendo. Russi contro la guerra», si legge sul suo cartello. Dopo il gesto di Marina Ovsyannikova, i suoi profili social sono stati inondati di commenti, tra cui tanti «grazie» ma anche alcuni insulti. Secondo Nexta Tv, Ovsyannikova è già stata arrestata. Sui mezzi di informazione russi, l’immagine della donna è stata oscurata per rispettare le leggi sulla censura in vigore nel Paese.


Prima del gesto di protesta, Ovsyannikova aveva registrato un video in cui condannava la guerra in Ucraina e la propaganda del programma: «Purtroppo, negli ultimi anni ho lavorato per Channel One», ha detto nel videomessaggio. «Ho fatto propaganda al Cremlino e me ne vergogno molto: ho lasciato che le persone mentissero dagli schermi TV e ho permesso al popolo russo di essere zombificato. Non abbiamo detto nulla nel 2014, quando è il conflitto era iniziato. Non abbiamo protestato quando il Cremlino ha avvelenato Navalny. Abbiamo semplicemente osservato in silenzio questo regime disumano».


In copertina Twitter | Oleksandra Matviichuk

Leggi anche: