Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

«Vuoi la Srebrenica del 21° secolo? Farai altri vertici per scuotere la testa?». Lo sfogo del capo delegazione ucraino all’Ue sulla strage di Bucha – Le foto

L’attacco durissimo del consigliere di Zelensky all’Europa, rimproverata di non intervenire con la forza militare necessaria per combattere la Russia

Le atrocità sui civili a Bucha dell’esercito russo poco prima che lasciasse la regione di Kiev dovrebbero essere un promemoria sufficiente per l’Ue a ricordare gli orrori che hanno sconvolto l’Europa nelle guerre vissute negli ultimi 70 anni. È un attacco durissimo quello del capo negoziatore ucraino Mikhailo Podolyak, che su Telegram ha diffuso alcuni scatti agghiaccianti delle strade di Bucha, alle porte di Kiev: «Ora il mondo ha ricevuto una paura totale e indicibile dell’anti-umanità a Bucha, Irpen, Gostomel – scrive Podolyak – Centinaia, migliaia di persone uccise, dilaniate, violentate, legate, violentate e uccise di nuovo. Centinaia, migliaia di civili ucraini. Vuoi la Srebrenica del 21° secolo? Fatto? Sei soddisfatto?».


«Volevi ricordare qual è l’orrore infernale di lavorare nei forni crematori, che le persone vengono bruciate vive perché ucraine? – scrive nel suo messaggio il consigliere di Volodymyr Zelensky – Proverai a voltarti di nuovo? Organizzare un altro vertice per esprimere preoccupazione e scuotere la testa? Non puoi vietare la letteratura russa nelle università europee, perché è così disumana? Dai un’altra occhiata da vicino alle migliaia di ucraini dilaniati, violentati e bruciati. Nel XXI secolo. Nell’ambito dell'”operazione speciale”. Dilaniato dai russi. E ora dì ancora una volta al mondo intero che la Russia è normale, Rachmaninov non può essere bandito. Guardare e dire. O voltare le spalle. Dopotutto, l’importante è non provocare. E lasciamo massacrare gli ucraini…».


Leggi anche: