Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Senato, la gaffe all’evento dedicato a Pasolini: la presidente Casellati sbaglia il nome e lo chiama «Gianpaolo» – Il video

La presidente del Senato: «Che gli occhiali di Pasolini ci aiutino a leggere la difficile contemporaneità, dando un equilibrato giudizio critico»

Gaffe virale al Senato. Durante il ventunesimo appuntamento di «Senato&Cultura», il ciclo di incontri volto a valorizzare le eccellenze italiane e dedicato, in questo caso, al ricordo di Pier Paolo Pasolini, la presidente del Senato Elisabetta Casellati ha sbagliato il nome del celebre scrittore, incappando in una gaffe diventata già virale. Nel suo intervento introduttivo, la presidente del Senato ha detto: «Un ringraziamento speciale va a Dacia Maraini, che ha dedicato l’ultimo suo lavoro all’amico Gianpaolo Pasolini». Durante l’incontro è stata intervistata la scrittrice Dacia Maraini ed è stato letto un brano tratto dal suo libro Caro Pier Paolo. Casellati ha chiuso poi l’intervento con l’auspicio «che gli occhiali di Pasolini, che sono sempre moderni anche a distanza di tanti decenni, ci aiutino a leggere la difficile contemporaneità, dando un equilibrato giudizio critico: perché le domande da lui poste ieri, dall’ambiente alla guerra, sono le stesse domande di oggi». E la presidente ha infine osservato: «La guerra non mi è mai sembrata tanto schifosamente orribile come ora: ma non si è mai pensato cos’è una vita umana?, scriveva Pasolini già nel 1943 in una lettera al suo amico Franco Farolfi. Sono parole dirette, che riecheggiano in tutta la loro verità, proprio in questi giorni in cui i dibattiti e le molteplici prese di posizione rischiano di esasperare gli animi, mentre le immagini delle donne e dei bambini in fuga, degli ospedali sotto le bombe, delle tante vittime innocenti si affacciano nelle nostre case. Già, cosa ne scriverebbe Pasolini oggi?».


Video in copertina: Rai3


Leggi anche: