Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

La prima missione spaziale con astronauti privati arriva alla Iss. Il biglietto costava 55 milioni di dollari – Il video

Gli astronauti resteranno in orbita per otto giorni e dovranno portare a termine diversi esperimenti scientifici

La navicella Crew Dragon prodotta da SpaceX è arrivata a destinazione. La missione Axiom – 1 è partita attorno alle 16.30 dell’8 aprile dal Kennedy Space Center, in Florida. Si tratta della prima missione completamente privata diretta verso la Stazione spaziale internazionale (Iss). Prima di arrivare alle porte della Iss, la Crew Dragon ha avuto un problema tecnico: per alcuni minuti si è perso il segnale video. Questo è uno dei parametri grazie a cui è possibile portare a termine tutte le manovre necessarie all’attracco. L’assenza di questo segnale ha causato qualche minuto di ritardo sulla tabella di marcia. A bordo della missione ci sono tre uomini: Larry Connor, Eytan Stibbe e Mark Pathy. Ognuno di loro ha pagato 55 milioni di dollari per essere presente. A guidare tutto l’equipaggio c’è Michael López-Alegría, ex astronauta Nasa che ora lavora per la società statunitense Axiom. Gli astronauti rimarranno in orbita per otto giorni e nella loro permanenza sulla Stazione spaziale si occuperanno di portare a termini diversi esperimenti scientifici.


Leggi anche: