Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il presidente di Israele: «Da Lavrov bugie che sanno di antisemitismo». Mosca: «I loro mercenari combattono con Azov»

Isaak Herzog chiede le scuse alla Russia. Che ribadisce le accuse

Da Lavrov «bugie» che sanno di «antisemitismo». Questa la posizione del presidente di Israele Isaak Herzog su quanto detto dal ministro degli Esteri russo domenica su Rete 4 a proposito di Zelensky e degli ebrei che sarebbero i maggiori antisemiti. «Nella settimana in cui abbiamo ricordato il Giorno della Shoah, il ministro russo degli esteri Lavrov ha scelto di diffondere bugie, terribili bugie che sanno di antisemitismo», ha detto Herzog in un’intervista rilasciata ad Haaretz. «Non posso credere – ha aggiunto – che siano state pronunciate da un ministro russo. Mi hanno fatto arrabbiare e mi hanno provocato disgusto. Mi aspetto – ha sottolineato – che ritiri le sue parole e che chieda scusa». Ma intanto la Russia insiste. La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha detto a Radio Sputnik che in Ucraina «fianco a fianco con le unità del Battaglione Azov, stanno combattendo mercenari provenienti da Israele». «Probabilmente i politici israeliani non vogliono saperlo», ha aggiunto Zakharova, «forse non sono interessati».


Leggi anche: