Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Twitter a pagamento per governi e aziende? L’ultima sparata di Musk

Al momento l’unico servizio di Twitter a pagamento si chiama Blue, costa 2,99 dollari al mese e permette di ottenere alcune personalizzazioni, a partire dalle modalità di navigazione

L’account Twitter di Elon Musk non è mai stato un luogo dove la moderazione dei contenuti regna sovrana. Solo nei giorni scorsi ha proposto di comprare la Coca-Cola e poi introdurre di nuovo la cocaina, ha accusato l’estrema sinistra di odiare chiunque (compresa se stessa) e ha paragonato una foto di Bill Gates all’emoji dell’uomo incinta. L’attenzione degli investitori risale però quando Musk spiega cosa potrebbe succedere al social network nei prossimi mesi. E all’orizzonte potrebbero esserci nuovi costi per gli utenti della piattaforma: «Twitter sarà sempre gratuita per gli utenti occasionali, ma forse con un leggero costo per gli utenti commerciali e governativi». E ancora, rispondendo a un utente: «Qualche entrata è meglio di nessuna entrata!».


Gli account a pagamento di Twitter Blue

Al momento l’unico servizio a pagamento di Twitter si chiama Twitter Blue e permette agli utenti di avere una sorta di account premium: è possibile rimuovere le pubblicità da feed e ottenere altri servizi come inserire dei temi colorati, modificare l’icona dell’app sul proprio smartphone e migliorare le funzioni di navigazione, feed e segnalibri. Fra le funzioni in più c’è anche quella di annullare subito un Tweet prima dell’invio. Al momento il servizio è attivo negli Stati Uniti, in Canada, in Australia e Nuova Zelanda. Il costo del servizio è di 2,99 dollari al mese. La sua introduzione risale a maggio del 2021 ma il suo arrivo non ha certo spostato i bilanci della piattaforma.


Leggi anche: