Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Vertice Francia-Germania: «Con Kiev unica famiglia europea». Macron ottimista dopo il discorso di Putin: «Ora tregua»

«Le frontiere non possono cambiare con la violenza», ha detto il cancelliere tedesco Olaf Scholz al vertice con il presidente francese, dove è stata avanzata l’ipotesi di una «comunità europea politica» allargata al Regno Unito, in cui potrebbe trovare spazio anche l’Ucraina

«In effetti oggi non abbiamo avuto una escalation verbale», così il presidente francese Emmanuel Macron ha commentato il discorso pronunciato dal leader del Cremlino Vladimir Putin alla parata per il Giorno della Vittoria. Macron ha anche aggiunto che serve «subito una tregua» alla guerra. Il leader dell’Eliseo, alla sua prima visita ufficiale all’estero dal nuovo insediamento, ha incontrato a Berlino il cancelliere tedesco Olaf Scholz, che ha dichiarato: «Siamo insieme al fianco dell’Ucraina come parte della famiglia europea». Una comunità che per il presidente francese può allargarsi anche al Regno Unito, con una «Comunità politica europea» nella quale quindi potrebbe trovare spazio anche l’Ucraina. Scholz ha aggiunto: «È importante che la de-escalation avvenga», ma ha ribadito che «deve essere chiaro che non potrà accadere che l’Ucraina accetti una pace in forma di diktat. Noi chiediamo che siano riprese le trattative». Il cancelliere ha messo in chiaro: «Le frontiere non possono cambiare con la violenza».


Leggi: