Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

L’assessora veneta Donazzan (FdI) difende gli Alpini: «Se uno mi fischia sono contenta. Chi getta fango su di loro si vergogni» – Il video

L’assessora della Regione Veneto a una tv locale di Vicenza si è detta convinta che dietro i casi segnalati di molestie a Rimini non ci siano uomini legati agli Alpini arrivati in Romagna per il raduno

«Chi getta fango sugli alpini dovrebbe vergognarsi. Ci sono state denunce? Vediamo chi si è macchiato di questo, sono quasi certa che non si tratta degli Alpini. E poi, perdonatemi, se uno mi fa un sorriso e mi fischia dietro io sono pure contenta». Ha commentato così l’assessora al Lavoro e alle Pari Opportunità del Veneto, Elena Donazzan. Esponente di Fratelli d’Italia, che più volte ha fatto commenti divisivi su temi caldi, si è esposta anche questa volta ai microfoni di Tva Vicenza sugli eventi legati al raduno degli Alpini svoltosi dal 5 all’8 maggio. In questa occasione oltre 250 donne hanno segnalato di essere state molestate dagli Alpini e in questi giorni stanno iniziando le denunce ai Carabinieri di Rimini. Il ministro della difesa Lorenzo Guerini e la ministra delle Pari Opportunità Elena Bonetti si sono schierati e hanno definito «gravissimi» gli eventi. «Credo che chi vuole gettare fango e polemiche – ha commentato Elena Donazzan – lo faccia con una grave colpa e dovrebbe vergognarsi soprattutto se abita nelle zone dove gli Alpini sono molto presenti». Nei giorni scorsi l’assessora aveva condiviso una foto sul suo profilo Facebook scrivendo: «Giù le mani dagli Alpini! Chi si riempie la bocca con queste parole verifichi prima di aprirla e di sparare fango alla ricerca di un po’ di visibilità mediatica!».


Leggi anche: