Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia
MONDO KievUcrainaUSA

Ucraina, gli Usa riaprono l’ambasciata a Kiev: era chiusa da oltre due mesi

«La bandiera a stelle e strisce può di nuovo sventolare sull’ambasciata», ha detto il segretario di Stato Antony Blinken

Gli Stati Uniti hanno deciso di riaprire la loro ambasciata a Kiev dopo oltre due mesi, come annunciato oggi, 18 maggio, dal dipartimento di Stato. «Il popolo ucraino con la nostra assistenza alla sicurezza ha difeso la propria terra di fronte all’invasione incosciente della Russia. Di conseguenza la bandiera a stelle e strisce può sventolare sull’ambasciata di nuovo», ha detto il segretario di Stato americano, Antony Blinken, in una nota. I diplomatici Usa si erano prima rifugiati a Leopoli, poi in Polonia. Qualche settimana fa l’incaricata d’affari Usa, Kristina Kvien, ha espresso il desiderio di riaprire l’ambasciata nella capitale ucraina entro fine mese. Il presidente Joe Biden ha nominato Bridget Brink come nuova ambasciatrice degli Stati Uniti. Qualche giorno fa, intanto, sono ripresi i contatti diretti tra il Pentagono e il ministero della Difesa russa: il 13 maggio si è tenuta una telefonata tra il segretario della Difesa statunitense Lloyd Austin e il ministro della Difesa russo Sergey Shoigu. Telefonata in cui Austin avrebbe chiesto un immediato cessate il fuoco in Ucraina.


Foto in copertina di repertorio: EPA/RICHARD ELLIS


Leggi anche: