Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Erdogan propone a Putin un incontro tra Russia, Ucraina e Onu. E a Zelensky: «Creare corridoi sicuri per il grano»

Il presidente della Turchia chiama gli omologhi di Russia e Ucraina. Ankara: «Siamo disponibili a fare gli osservatori in Ucraina in caso di intesa tra Mosca e Kiev»

Recep Tayyip Erdogan ha avuto un colloquio con Vladimir Putin e con Volodymyr Zelensky sulla guerra in Ucraina. Il presidente turco ha proposto a Putin di organizzare a Istanbul un vertice tra Russia, Ucraina e Onu per cercare di trovare una strada per la mediazione, secondo quanto rende noto Ankara. Nella stessa telefonata con Putin, avvenuta nel pomeriggio di oggi 30 maggio, Erdogan ha detto che la Turchia è disponibile a partecipare a un potenziale meccanismo di osservazione in Ucraina, in caso di una intesa tra Mosca e Kiev. Prima del colloquio tra Erdogan e Putin, il presidente ucraino Zelensky aveva aperto a un colloquio a tre. Nel corso della telefonata con il presidente turco, Putin ha sottolineato «la disponibilità della Russia a facilitare il transito marittimo senza ostacoli di merci in coordinamento con i partner turchi. Questo vale anche per il grano dai porti ucraini». Nella telefonata con Zelensky, arrivata poche ore dopo quella con Putin, Erdogan ha parlato anche della necessità di «creare corridoi sicuri» per il trasporto di prodotti agricoli via mare. Lo riporta l’agenzia di stampa turca Anadolu. Come aveva già detto al presidente russo, Erdogan ha ribadito a Zelensky di «avere un’opinione positiva» sulla partecipazione della Turchia nelle mediazioni per la pace.


Leggi anche: