Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Salvini a Mosca, l’attacco del Pd: «Scenario inquietante». Giorgetti: «Necessario muoversi con il governo»

Continuano le polemiche sull’annunciata “missione di pace” del segretario leghista, che risponde su Twitter

«Salvini a Mosca? Uno scenario decisamente inquietante». Così gli esponenti del Partito democratico Enrico Borghi e Lia Quartapelle commentano in una nota l’ipotesi di «un viaggio di pace» a Mosca da parte del segretario leghista. I responsabili Sicurezza ed Esteri del Pd parlano di offuscamento «del buon nome dell’Italia e del suo governo» e invitano Salvini a spiegare «al Presidente del Consiglio, al Parlamento e agli italiani la natura della propria iniziativa». Negli ultimi giorni l’ipotesi di una missione di Salvini a Mosca ha acceso non poche polemiche. Oggi la nota del Pd ribadisce il disaccordo su un eventuale incontro Salvini-Putin.


«E’ profondamente inquietante lo scenario che si apre sulla visita di Salvini a Mosca», spiegano i due esponenti dem, «dopo le interviste concesse dall’organizzatore, Antonio Capuano, che non lavora a nessun titolo formale nello staff di Salvini, né incarichi di natura pubblica, ma ha una consulenza con l’ambasciata russa». A intervenire sulla questione è anche il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti: «Sono delle proposte suggestive, però bisogna muoversi contro di concerto col governo», ha detto, «sono questioni di portata mondiale, quindi ciascuno deve dare il contributo, ma all’interno di percorsi che sono molto complicati».


«Iniziativa che getta un’ombra pesante sull’Italia»

La nota del Pd continua facendo ancora riferimento alla figura dell’organizzatore: «Viene da chiedersi, alla luce delle affermazioni dell’avvocato Capuano, come sia possibile che un piano di pace di un partito italiano possa essere scritto da un avvocato che presta consulenza all’ambasciata russa, e chi siano i soggetti italiani che hanno fatto affari con Putin come viene sibillinamente affermato oggi da chi sta organizzando la visita di Salvini a Mosca». Borghi e Quartapelle ribadiscono la totale inadeguatezza della “missione” di Salvini: «Un’iniziativa sbagliata sotto il profilo diplomatico, istituzionale e politico, che rischia di gettare un’ombra pesante sull’Italia in un momento molto delicato della trattativa internazionale per il raggiungimento di un cessate il fuoco».

La risposta di Salvini

A rispondere alle polemiche è stato lo stesso Salvini. Il segretario della Lega replica su Twitter a chi non vede di buon occhio la sua “missione di pace” a Mosca: «Perfino sulla ricerca della pace, valore supremo che dovrebbe unire tutti , il Pd con l’elmetto riesce solo a fare polemica. Se la guerra prosegue e si allarga, sarà disastro globale. Letta lo sa?».

Continua a leggere su Open

Leggi anche: