Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Premio Strega, per la prima volta 7 finalisti: in testa Mario Desiati

Seguono Claudio Piersanti e Marco Amerighi. Ecco i libri in lizza per la vittoria

Per la prima volta nella storia a contendersi il Premio Strega saranno 7 libri invece dei tradizionali 5. Il favorito dell’edizione 2022 sembra essere Mario Desiati, con 244 voti per il suo Spatriati (Einaudi). Seguono Claudio Piersanti con Quel maledetto Vronskij (Rizzoli), 178 voti, e Marco Amerighi con Randagi (Bollati Boringhieri) 175 voti. Quarta Veronica Raimo con Niente di vero (Einaudi), 169 voti. Lo stesso libro che ieri, 7 giugno, si è aggiudicato la vittoria nella nona edizione del Premio Strega Giovani, grazie alle preferenze espresse da studenti e studentesse tra i 16 e i 18 anni da oltre 100 scuole superiori italiane ed estere. La votazione al Teatro Romano di Benevento, che invece punta a decretare il vincitore del Premio Strega tradizionale, ha portato anche a due ex equo: si tratta di Fabio Bacà con Nova (Adelphi) e Alessandra Carati con E poi saremo salvi (Mondadori), con 168 voti ciascuno. Ripescato infine Nina sull’argine (Minimum Fax), 103 voti, di Veronica Galletta.


Leggi anche: