Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Doppietta azzurra da sogno ai Mondiali di Nuoto: oro di Paltrinieri e argento di Acerenza nella 10 km

Per il campione emiliano è la quarta medaglia ai mondiali di Budapest

Doppietta azzurra nella 10 km di fondo ai Mondiali di nuoto in corso a Budapest. A conquistare l’oro è stato Gregorio Paltrinieri, già salito sul gradino più alto del podio nei 1500 stile libero, e vincitore della medaglia di bronzo nella maratona in staffetta e dell’argento nella 5 km sul Lupa Lake. Ma al suo fianco, sul secondo gradino del podio, è salito un altro azzurro, il 27enne di Potenza Domenico Acerenza, che ha così conquistato la medaglia d’argento. Al terzo posto il tedesco Florian Wellbrock. Subito dopo la conclusione della gara Greg Paltrinieri non nascondendo «la paura di una ripartenza senza medaglie dopo la delusione degli 800», non può che esultare ed essere felice per il nuovo trionfo assieme all’amico Acerenza: «La cosa più bella è aver fatto primo e secondo: siamo migliori amici e stare sul podio insieme è stupendo. Volevamo arrivare qua e ci siamo riusciti, in acqua lo sentivo che mi toccava i piedi, mi sentivo a casa e godevo».


Al settimo cielo anche il 27enne di Potenza, vincitore della medaglia d’argento: «È stata una gara perfetta, mi sembra un sogno. E se è un sogno svegliatemi». Acerenza, parlando dell’amico vincitore dell’oro ai microfoni di RaiSport, ha raccontato del rapporto che li unisce: «Greg ed io siamo superamici, abbiamo fatto questa scelta di allenarci insieme, perché ci fidiamo l’uno dell’altro». E il vincitore dell’argento ha poi commentato la gara: «In gara sono stato molto lucido, ho conservato le energie per lo scatto finale, quando Gregorio è andato via sono andato in scia. Certo, lui era troppo forte per raggiungerlo».


Continua a leggere su Open

Leggi anche: