Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Tragedia della Marmolada, il bilancio definitivo: 11 morti identificati. Decisivo il Dna

Ai sei identificati subito si aggiungono Davide Miotti, Erica Campagnaro, Manuela Piran, Gianmarco Gallina e Nicolò Zavatta

Anche l’undicesima vittima della tragedia della Marmolada è stata ritrovata. I resti dell’ultima persona ancora dispersa sono stati recuperati e sono in fase di identificazione. Il bilancio ufficiale dunque si aggiorna. Sei le vittime identificate subito: tre veneti (Filippo Bari, Paolo Dani e Tommaso Carollo), una donna trentina (Liliana Bertoldi) e due turisti della Repubblica Ceca (Pavel Dana e Martin Ouda). A loro si aggiunge l’elenco delle persone reclamate. Ovvero, scrive l’AdnKronos, i coniugi Davide Miotti ed Erica Campagnaro, i fidanzati Manuela Piran e Gianmarco Gallina, e il 22enne Nicolò Zavatta. Quest’ultimo rimaneva da identificare e secondo l’agenzia ora c’è certezza sulla sua identità. Intanto per oggi è stata proclamata una giornata di lutto cittadino in tutto il Comun general di Fascia, che comprende anche Canazei. Nella chiesa parrocchiale alle ore 18 è prevista la celebrazione a suffragio delle vittime concelebrata dall’arcivescovo di Trento, Lauro Tisi, dal vescovo di Vicenza, Beniamino Pizziol, e dal parroco Mario Bravin, che in questi giorni è stato impegnato anche nell’attività di supporto alle operazioni in corso in qualità di vice ispettore distrettuale del corpo dei vigili del fuoco volontari del Trentino. Gli esercizi pubblici e le attività produttive della zona sono state invitate ad abbassare le serrande tra le 18 e le 18.10.


La conferenza stampa da Canazei

Il presidente della provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, e il comandante del reparto investigativo speciale di Parma, Giampietro Lago, hanno oggi incontrato i giornalisti a Canazei. Con loro, anche il sindaco della città, Giovanni Bernard, che per la giornata di oggi ha proclamato il lutto cittadino, accolto da tutti i comuni della val di Fassa. In occasione della conferenza stampa, il colonnello Lago ha confermato che il bilancio delle vittime accertate si ferma a 11: «Possiamo dire di aver chiuso il cerchio dell’identificazione delle vittime in tempi molto rapidi, e fermare il numero a 11 come si ipotizzava. Ad oggi non ci sono elementi per pensare ad ulteriori soggetti interessati all’evento accidentale», ha dichiarato. Le ricerche continueranno anche domani.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: