Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Gli esuberi bloccano la Serie A: per comprare bisogna prima vendere

Quasi tutte le big in Italia devono piazzare tanti giocatori che non rientrano più nei piani dei club per diversi motivi. Ma la missione non è semplice

Se il calciomercato dei parametri zero continua ad essere il vero protagonista delle prime settimane della sessione estiva, a bloccare invece gli acquisti di diverse squadre italiane ed estere sono i troppi giocatori presenti in rosa che non rientrano più nei piani dei club. Un lungo elenco di esuberi che non rappresentano soluzioni convincenti per i loro allenatori, ma spesso costituiscono una vera e propria zavorra per i bilanci dei club a causa di stipendi faraonici. Inter, Milan, Juventus, Roma e Lazio sono solo alcune delle squadre che si ritrovano a dover piazzare il prima possibile qualche giocatore ‘in eccesso’ per poter ricominciare ad operare anche in entrata.


Inter

ANSA/FABIO MURRU | Dalbert durante il match di Serie A Cagliari-Sassuolo, Stadio Unipol Domus, Cagliari, Sardegna, Italia, 16 aprile 2022

Dopo aver raggiunto un accordo per la rescissione del contratto di Arturo Vidal, i nerazzurri hanno ancora diversi giocatori da piazzare per alleggerire il monte ingaggi. Il primo è Alexis Sanchez, che non ha accettato nessuna delle offerte ricevute nonostante il club gli abbia comunicato la volontà di cederlo. Anche Henrique Dalbert, rientrato dal prestito al Cagliari, è destinato a lasciare di nuovo l’Inter. Stesso discorso per Valentino Lazaro, che si prepara ad un’ennesima esperienza lontano da Milano dopo i prestiti con Newcastle, Borussia M’Gldbach e Benfica.


Milan

ANSA/FABIO FAGIOLINI | Daniel Maldini durante il match di Serie A Spezia-Milan, Stadio Alberto Picco, La Spezia, 25 settembre 2021

I rossoneri sono riusciti ad incassare dall’addio di Castillejo e adesso vorrebbe risolvere le altre questioni rimaste in sospeso in chiave esuberi. Daniel Maldini è destinato a fare esperienza in prestito al Verona mentre Mattia Caldara, dopo una stagione a Venezia, dovrebbe essere spedito in Liguria per una stagione con la maglia dello Spezia. Anche Tiemoue Bakayoko lascerà Casa Milan: l’ex Chelsea è reduce da una stagione tormentata e sembra destinato a trasferirsi in Francia.

Juventus

ANSA/LUCA ZENNARO | Arthur Melo durante il match di Serie A Genoa-Juventus, Stadio Luigi Ferraris, Genova, 6 maggio 2022

Alla Continassa hanno salutato Bernardeschi, Chiellini e Dybala. Ma in uscita c’è ancora tanto da fare. L’ingaggio del brasiliano Arthur pesa come un macigno sulle casse del club e Cherubini sta cercando in tutti i modi una sistemazione: cederlo senza registrare una minusvalenza però sarà quasi impossibile visto che il centrocampista pesa a bilancio per 43 milioni. Con Aaron Ramsey invece si potrebbe arrivare alla risoluzione del contratto nel caso in cui i bianconeri decidessero di concedere una buonuscita al gallese, reduce dal prestito con i Rangers di Glasgow.

Roma

ANSA/ALESSANDRO DI MARCO | Jordan Veretout durante il match di Serie A Torino-Roma, Stadio Olimpico Grande, Torino di Torino, 20 maggio 2022

A Trigoria i troppi esuberi stanno bloccando il mercato in entrata e l’arrivo dei due centrocampisti chiesti da Mourinho. In mediana si cerca una sistemazione per Veretout, Darboe, Villar (sullo spagnolo c’è il Monza) e Diawara, ma al momento nessuna trattativa è ancora entrata nel vivo. Tra gli attaccanti invece Carles Perez e Justin Kluivert sono destinati a dire addio al club giallorosso: lo spagnolo vorrebbe tornare in Liga – piace al Valencia – mentre l’olandese interessa al West Ham e ad un paio di club francesi. Anche El Shaarawy è considerato sul mercato, ma in questo caso l’elevato ingaggio percepito dal Faraone rappresenta un ostacolo quasi insormontabile. Se Pinto non riuscirà a piazzare almeno quattro colpi in uscita, il mercato in entrata potrebbe continuare a risentirne.

Lazio

ANSA/ANGELO CARCONI | Vedat Muriqi durante il match di Serie A Lazio-Cagliari, Stadio Olimpico, Roma, Italia, 7 febbraio 2021

A Formello erano convinti di essere riusciti a cedere Muriqi al Brugges, ma il trasferimento è sfumato a causa delle condizioni fisiche del giocatore che hanno spinto i belgi a fare un passo indietro all’ultimo momento. Ora il caso potrebbe finire addirittura davanti alla Fifa ma, per il momento, l’attaccante rimane alla Lazio. Problema non da poco per il club di Lotito. I biancocelesti sono alla ricerca anche di un club disposto ad ingaggiare Gonzalo Escalante: l’argentino è rientrato dal prestito con il Deportivo Alaves ma è destinato a lasciare nuovamente la Lazio.

Estero

ANSA | Mauro Icardi durante un match di Ligue 1 con la maglia del Paris Saint-Germain

Ci sono tati esuberi ‘eccellenti’ che affollano le rose di alcuni dei top club d’Europa. In Premier League il Chelsea deve piazzare Ziyech e il portiere Arrizabalaga, il Manchester United sta cercando una squadra per Martial mentre l’Arsenal deve liberarsi degli ingaggi di Pablo Mari, Maitland-Niles e Torreira. Il Tottenham invece non ha ancora trovato una sistemazione per Lo Celso, Ndombele, Winks e Reguilon. In Spagna il Real Madrid deve vendere Asensio e Borja Mayoral mentre i cugini del Barça stanno cercando di liberarsi degli ingaggi di Umtiti, Mingueza e Pjanic. Da Monaco il Bayern cerca una sistemazione per Sabitzer mentre a Parigi, sponda PSG, Icardi, Paredes, Draxler, Wijnaldum, Kehrer, Diallo, Kurzawa ed Herrera hanno le valigie pronte.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: