Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Roma, bisogna vendere: gli esuberi rallentano il mercato di Pinto e Mourinho

Sono tanti i giocatori che non rientrano nei piani dei giallorossi. Per sbloccare le operazioni in entrata qualcuno dovrà prima lasciare Trigoria

José Mourinho è impaziente e ha chiesto alla Roma di consegnargli il prima possibile una squadra al completo. La società ha risposto presente piazzando i primi tre colpi di calciomercato tra giugno e l’inizio di luglio ma adesso, per continuare a costruire una rosa in grado di competere su tre tre fronti, c’è bisogno di iniziare a lavorare sulle cessioni degli esuberi che stanno rallentando le operazioni in entrata. Tra giocatori fuori rosa e profili non considerati compatibili con il progetto giallorosso, il general manager Tiago Pinto si ritrova a dover gestire diverse situazioni spinose.


I fuori rosa

ANSA/RICCARDO ANTIMIANI | Amadou Diawara durante Roma-Napoli allo stadio Olimpico di Roma, 21 marzo 2021

Amadou Diawara e Gonzalo Villar non rientrano nei piani dello Special One e non sono stati convocati per il ritiro. Si alleneranno dal 15 luglio insieme ad alcuni ragazzi del settore giovanile (destinati a lasciare il club) in attesa di trovare una sistemazione. Trovare una squadra a Diawara però non sarà semplice visto che il centrocampista guadagna più di due milioni netti. Per lo spagnolo invece sono arrivate diverse richieste di prestito ma la Roma punta a monetizzare con una cessione a titolo definitivo.


Esuberi

ANSA/ALESSANDRO DI MARCO | Jordan Veretout durante il match di Serie A Torino-Roma, Stadio Olimpico Grande Torino, Torino, Italia 20 maggio 2022

Ad intasare le trattative in entrata sono anche diversi giocatori destinati a lasciare la prima squadra. Jordan Veretout è uno dei nomi che Pinto vorrebbe cedere, ma al momento non ci sono squadre interessate e il francese ha ricominciato a giurare amore ai giallorossi. Anche Ebrima Darboe partirà, una volta trovato un estimatore. Incerto invece il futuro di Bove, stimatissimo da Mourinho, ma che per il secondo anno consecutivo rischia di giocare con il contagocce. In attacco Carles Perez ha le valigie pronte e aspetta offerte dalla Spagna, El Shaarawy invece vorrebbe rimanere ma anche in questo caso il club vorrebbe provare a liberarsi del suo ingaggio ‘faraonico’.

Rebus Zaniolo

Nicolò Zaniolo
EPA/PIETER STAM DE JONGE | Nicolo Zaniolo festeggia dopo aver segnato il gol dell’1-0 durante la finale di UEFA Conference League Roma – Feyenoord, National Arena, Tirana, Albania, 25 maggio 2022

Da risolvere anche il nodo Nicolò Zaniolo, sempre al centro delle voci di calciomercato. La Juventus ha intensificato i contatti con il suo entourage ma, viste le elevate richieste dei giallorossi, a Trigoria non sono state recapitate offerte. Se nelle prossime settimane la trattativa dovesse entrare nel vivo e i giallorossi incassassero i 60 milioni richiesti, si innescherebbe un effetto domino che sbloccherebbe facilmente il mercato in entrata della Roma.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: