Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Voto degli iscritti M5s sulla crisi di governo? La fuga di notizie spiazza Conte: sospetti su Crimi

La notizia sulla possibilità di un voto online è stata diffusa nelle scorse ore dall’agenzia stampa Adnkronos. La piattaforma Skyvote aveva confermato di aver avuto contatti con i Cinque Stelle

Tra le opzioni sul tavolo del M5s per uscire dalla crisi di governo p c’è anche quella del voto online fra gli iscritti? Le prime indiscrezioni su questa via sono uscite verso le 13 di oggi, con una nota diffusa dall’agenzia stampa Adnkronos. L’indiscrezione è stata subito smentita da Giuseppe Conte, leader del Movimento. Secondo Conte quando è uscita la nota di Adnkronos non era stata presa ancora alcuna decisione sul voto online. Ora la stessa agenzia riporta che la notizia del volto è stata accolta con parecchi sospetti dai vertici del Movimento 5 Stelle, soprattutto perché la piattaforma Skyvote aveva confermato i contatti. Secondo l’agenzia, la tesi che circola nel Movimento è che dietro la mossa di avvicinamento verso la piattaforma potrebbe esserci Vito Crimi, ex capo politico e ora responsabile della gestione dei dati e della privacy.


I ruoli ricoperti nel M5s lo renderebbero infatti molto vicino a Skyvote, visto che sarebbe direttamente lui ad occuparsi dei contatti con la piattaforma. Crimi però ha spiegato di non aver fatto alcun passo in avanti: «Nessuno ha attivato nulla. Skyvote è sempre attivo: se tra un minuto Conte mi dice ‘Possiamo votare’, io ‘switcho’ un interruttore e votiamo. Ma io non decido se si vota o no, io accendo quando mi viene chiesto. E se mi fosse stato chiesto non lo direi, tra l’altro…». Al momento però sembra dalle indiscrezioni filtrate che nell’assemblea dei Cinque stelle sia prevalsa la linea più morbida: una voto favorevole alla fiducia nel caso di verifica della maggioranza in cambio di risposte concrete da Draghi sui temi sollevati dal partito.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: