Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

«Perché l’Italia ha ancora bisogno di Draghi», l’avvertimento del Financial Times all’Occidente sulla crisi di governo

Secondo la rivista specializzata in economia Mario Draghi dovrebbe rimanere a Palazzo Chigi il più a lungo possibile, whatever it takes

«La speranza migliore è che Draghi continui a rimanere presidente del Consiglio il più a lungo possibile». Dire che l’editoriale del Financial Times è un endorsement per Mario Draghi sarebbe riduttivo visti i toni scelti dalla rivista economica, una delle più importanti al mondo. La situazione dell’Italia in questo momento viene definita in questi termini: «L’Italia è ora in crisi politica. Con una crisi del costo della vita, la guerra in Ucraina e pacchetto “anti-frammentazione” previsto dalla Banca Centrale Europea, questo è il momento peggiore possibile per entrare in uno stato di confusione». Secondo il Financial Times la soluzione migliore per il nostro Paese sarebbe che Draghi potesse guidare ancora il governo per chiudere la Legge di Bilancio e portare nelle casse dello Stato gli ultimi fondi del Recovery Fund.


Il Financial Times ha parlato anche delle conseguenze che le dimissioni di Draghi potrebbero portare per la guerra in Ucraina: «La guerra ha gettato una lunga ombra sulla politica italiana. Non solo perché ha fatto salire i prezzi dell’energia e dei generi alimentari ma anche a causa dei legami di lunga data con Mosca. Il leader dei Cinque Stelle Giuseppe Conte ha messo in dubbio l’opportunità di mandare armi in Ucraina, aprendo una divisione nel suo partito». Per la rivista le responsabilità che pesano su Draghi sono anche una conseguenza del livello della classe politica italiana, che non è riuscita nemmeno a trovare un erede per Sergio Mattarella «spinto all’età di 80 anni a iniziare un secondo mandato di sette anni».


Il ritorno del Whatever it takes

Per chiudere il suo editoriale, il Financial Times ha scelto di riprendere una delle formule più famose di Draghi, usata quando ancora era a capo della Bce: «In Italia la finestra per le riforme che Draghi ha aperto potrebbe chiudersi presto. I politici italiani, compreso Draghi stesso, devono assicurarsi che non si chiuda di colpo questa settimana. Whatever it takes».

Continua a leggere su Open

Leggi anche: