Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Haaland, Lewa, Koulibaly e gli italiani di Toronto: tanti big all’esordio con i nuovi club – I video

Primo gol per il norvegese con il Manchester City, così come per Bernardeschi con il Toronto con Insigne protagonista assoluto

Protagonisti di questa sessione di calciomercato a suon di milioni di euro, sono tanti i campioni del calcio – purtroppo solo estero – ad essere stati protagonisti nella notte tra sabato e domenica dell’esordio con le rispettive nuovi squadre.  A Green Bay, negli Stati Uniti, il Manchester City ha battuto in amichevole il Bayern Monaco 1-0: decisivo il gol del nuovo acquisto Erling Haaland, protagonista di un debutto indimenticabile. Sono bastati 12 minuti all’attaccante norvegese per prendersi il primo gol e lo scettro di man of the match.


Kalidou in Blues

A Orlando, sempre negli Stati uniti il Chelsea è stato travolto 4-0 in amichevole dall’Arsenal. Un risultato e, soprattutto, una prestazione che ha mandato su tutte le furie Tuchel. Debutto con la maglia dei Blues per il nuovo acquisto Kalidou Koulibaly, entrato nell’ultimo quarto d’ora, che è stata forse l’unica nota positiva in una serata da incubo per il Chelsea. Nell’Arsenal ha trovato spazio dal primo minuto anche l’ultimo acquisto Zinchenko, appena arrivato dal Manchester City per 35 milioni di euro, ma a sbloccare le marcature ci ha pensato Gabriel Jesus, altro rinforzo estivo dei Gunners.


«Non siamo stati assolutamente competitivi – ha detto l’allenatore del Chelsea – Quello che è preoccupante è il livello di impegno, fisico e mentale, messo per questa partita: quello dell’Arsenal era molto più alto rispetto a noi. Possiamo obiettare sul fatto che loro hanno giocato con la formazione migliore e noi no, ma questa è solo una piccola parte. Preferirei aver torto, ma purtroppo l’ultima settimana conferma il mio punto di vista: abbiamo perso dei giocatori, non siamo competitivi così».

Real Madrid-Barcellona a Las Vegas

Sempre nella notte italiana, all’Allegiant Stadium di Las Vegas è andato in scena il primo Clasico della stagione. Gol, emozioni, spettacolo e anche animi tesi, nonostante il clima “amichevole”. Ma quando giocano Real Madrid e Barcellona non si tratta mai di una partita come le altre. Partita decisa da una prodezza di Raphinha – uno dei volti nuovi in casa blaugrana, arrivato dal Leeds questa estate per 58 milioni più 9 di bonus.

E a Las Vegas è anche arrivato l’esordio in maglia Barcellona di Robert Lewandowski, attaccante arrivato nei giorni scorsi dal Bayern Monaco: schierato dal primo minuto con un insolito numero 12 (in attesa che si liberi il 9 di Memphis Depay), il polacco nei 45 minuti in cui è rimasto in campo ha sfiorato due volte il gol. Nel Barça spazio nella ripresa anche all’ex Milan Frank Kessié; nel Real di Ancelotti in campo i nuovi acquisti Toni Rudiger e Aurélien Tchouameni.

https://www.youtube.com/watch?v=T8pX_T4Ouww

Insigne, Bernardeschi e Criscito in campo

E sempre dall’altra parte dell’Oceano, ma più precisamente in Canada a Toronto, c’è stato l’esordio per i tre italiani che giocano in MLS. E non poteva iniziare meglio l’avventura di Federico Bernardeschi e Lorenzo Insigne, coppia italiana che ha propiziato tutte le reti nel 4-0 del Toronto FC al Charlotte, insieme anche a Mimmo Criscito. Gol e assist per l’ex Juve, un assist e mezzo invece per l’attaccante ex Napoli. Qui sotto gli highlights del match.

Leggi anche: