Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Como, Fabregas inizia la sua avventura in Serie B: «Voglio vincere anche qui, ho la stessa ambizione di sempre»

Lo spagnolo è arrivato al Sinigaglia dove è stato accolto da centinaia di tifosi. Ha firmato un contratto biennale

Adesso è tutto ufficiale, con tanto di contratto già depositato in Lega. Con un colpo di calciomercato totalmente inaspettato il Como è riuscito a portare in Italia Cesc Fabregas, che dall’anno prossimo giocherà in Serie B. Lo spagnolo, che in carriera ha vinto tutto tra cui un Mondiale e due Europei, ha già fatto la conoscenza dei suoi nuovi tifosi, che lo hanno accolto in centinaia allo stadio Sinigaglia per dargli il benvenuto. Fabregas è arrivato con una sciarpa del Como al collo, e si è intrattenuto con decine di presenti per foto e autografi. Il giocatore, dopo aver ricevuto la calorosa accoglienza, si è diretto nella sala stampa dell’impianto per la sua prima conferenza da calciatore del Como. Fabregas ha firmato un contratto biennale e indosserà la maglia numero 4.


Le prime parole

ANSA | Cesc Fabregas posa insieme ai tifosi del Como

Dopo aver salutato i suoi nuovi tifosi, Fabregas si è presentato davanti ai microfoni per rispondere alle domande dei giornalisti presenti alla conferenza stampa. Queste le parole dell’ex Monaco:


Grazie alla società per aver creduto in me, grazie anche alla mia famiglia che è sempre stata disposta a seguirmi nella mia carriera. Arrivo qui con la stessa ambizione che mi ha sempre contraddistinto sono qui per giocare, fare bene e vincere le partite. Quando non avrò più queste motivazioni appenderò gli scarpini al chiodo, ma non è sicuramente questo il momento visto che ho ancora tanto da fare nel calcio. Sono molto ambizioso e vorrei riportare a società dove merita di stare, in Serie A.

Lo spagnolo ha poi aggiunto:

Sono stati tanti i motivi che mi hanno spinto a venire qui. Quando il mio procuratore mi ha parlato del Como e ho avuto la possibilità di parlare con la società, ho aperto la porta a questa possibilità. Da quando sono andato in scadenza di contratto, prima volta che succede in vita mia, ho ricevuto 2000 chiamate anche da gente che non faceva parte del mondo del calcio ma cercava solo di guadagnare. Sono rimasto un po’ deluso da questo, ero un po’ triste a scoprire questo lato del calcio.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: