Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

L’avvertimento delle autorità norvegesi: «Se i visitatori non si allontanano dovremo sopprimere Freya». Il video del tricheco nel porto di Oslo

L’animale ha suscitato il divertimento delle folle per via della sua tozza figura e dei suoi pisolini che spesso decide di fare sulle barche ormeggiate, salendovi in maniera goffa e comica, e a volte rompendole

La autorità norvegesi hanno avvertito i visitatori: devono stare lontani da Freya, il tricheco che negli ultimi tempi è diventato una delle attrazioni principali del fiordo di Oslo, o potrebbero essere costretti a sopprimerlo per salvaguardare l’incolumità dei turisti. Nonostante numerosi richiami a non avvicinarsi all’animale – un giovane tricheco femmina del peso di circa 600 kg – folle noncuranti continuano ad approcciarlo e a metterlo sotto stress scattandosi foto con lui. «Il comportamento sconsiderato del pubblico e l’insistenza nel non seguire le indicazioni delle autorità potrebbero mettere a repentaglio delle vite» ha dichiarato una portavoce del Dipartimento delle Pesca norvegese Nadia Jdaini, ripresa dal Guardian. «Stiamo considerando ulteriori misure, e l’eutanasia potrebbe essere un’alternativa valida», ha spiegato la donna. Freya – che porta il nome della dea norrena della seduzione e della fertilità – era già apparsa sulle coste della Norvegia, oltre ad aver fatto capatine in Scozia, Danimarca, Svezia, Germania e Olanda negli ultimi tre anni. Da metà luglio, però, ha trovato casa nel porto di Oslo, un luogo insolito per la sua specie, che predilige il mare a aperto e acque più fredde, nei pressi delle isole Svalbard.


L’animale ha suscitato il divertimento delle folle per via della sua tozza figura e dei suoi pisolini – lunghi anche una ventina di ore – che spesso decide di fare sulle barche ormeggiate, salendovi in maniera goffa e comica, e a volte rompendole. La celebrità, tuttavia, sta mettendo agitazione Freya, che sentendosi minacciata potrebbe decidere di attaccare i visitatori. «Il suo stato di salute è in chiaro peggioramento», ha dichiarato Jdaini, «il tricheco non riesce a dormire a sufficienza e gli esperti che abbiamo consultato sospettano l’animale sia stressato». L’idea che l’animale possa essere soppresso ha causato scalpore tra i suoi fan, che stanno invitando i turisti a seguire le indicazioni delle autorità.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: