Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Il più grande fornitore di armi all’Ucraina? È la Russia

Mosca ha superato di gran lunga gli Usa e gli altri alleati nella fornitura di armi. Anche se quelle inviate dall’Occidente sono «più avanzate e precise»

Non gli Stati Uniti e nemmeno un altro paese della Nato. Il più grande fornitore di armi all’Ucraina è la Russia. Il Wall Street Journal riporta oggi il parere di alcuni analisti di intelligence sulle centinaia di carri armati, obici e veicoli blindati caduti nelle mani di Kiev durante la guerra di Putin. E scopre che la rapida avanzata dell’Ucraina nella regione di Kharkiv (nord-est) il mese scorso ha permesso agli uomini di Zelensky di appropriarsi di un’enorme quantità di armi pesanti russe. A queste si aggiungono le armi prese durante la ritirata della Russia dalla Capitale e da altre parti dell’Ucraina settentrionale lo scorso aprile. In termini numerici, secondo gli analisti, Mosca ha quindi superato di gran lunga gli Usa e gli altri alleati nella fornitura di armi, anche se quelle inviate dall’Occidente sono «più avanzate e precise» di quelle russe, commenta il Wsj. Secondo queste stime finora l’Ucraina ha catturato almeno 460 carri armati russi, 92 obici, 448 veicoli da combattimento di fanteria, 195 veicoli da combattimento blindati e 44 sistemi missilistici a lancio multiplo.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: