Scopri di più su DOMINO, la nuova rivista sul mondo che cambia

Ecco le regioni dell’Ucraina e i distretti di Kiev colpiti dai missili russi – Le mappe

Gli obiettivi dell’attacco di Mosca sono state le infrastrutture energetiche del Paese e alcune zone residenziali

Le prime esplosioni sono state avvertite nella notte nella regione di Zaporizhzhia. Nelle ore seguenti, in particolare intorno alle 8 di mattina (le 7 italiane), sono scattate le sirene antiaeree in varie città ucraine, compresa la capitale Kiev. La Russia ha avviato un’offensiva che, secondo le ultime informazioni fornite dal ministero della Difesa di Kiev, ha portato al lancio di 83 missili e 17 droni. Zhytomy, Khmelnistsky, Leopoli, Dnipro, Sumy e Mykolaiv hanno subito nel giro di pochi minuti un attacco diretto alle infrastrutture energetiche e altre residenziali. L’ultimo aggiornamento di Ukrainska Pravda parla di 14 regioni complessive che hanno dovuto fronteggiare i missili di Mosca diffuse in tutto il territorio, come è possibile vedere guardando la mappa del Paese.


La mappa delle prime regioni ucraine colpite dai missili russi

La capitale Kiev è risultata una delle città più danneggiate. L’esplosione del Ponte di Kerch in Crimea era stato definito dal presidente russo Vladimir Putin un attacco a «un’infrastruttura civile critica», elemento che, sembra di capire, giustifica agli occhi del Cremlino la scelta di obiettivi della stessa categoria. Il parco e l’università del distretto di Shevchenkiv, il ponte Klitschko, altri missili caduti a poca distanza dall’ufficio del presidente Vladimir Zelensky e dal palazzo dei Servizi segreti accusati dal Cremlino di terrorismo. Gli altri distretti più colpiti sono stati quelli di Svyatoshyn, Desnyan e Holosiivsky.


I distretti di Kiev più danneggiati dall’offensiva di Mosca

Continua a leggere su Open

Leggi anche: