Macron incontra Biden: «Ancora possibile un negoziato di pace con Mosca». Il presidente Usa apre uno spiraglio: «Disponibile a incontrare Putin» – Il video

Dopo il colloquio tra il presidente francese e quello statunitense si apre uno spiraglio verso un possibile accordo. La Casa Bianca: «Pronti a confrontarci con il presidente russo, a patto che inizi a mostrare segnali di voler cessare la guerra». L’Eliseo annuncia una conferenza sull’Ucraina a Parigi per il 13 dicembre

Il presidente statunitense Joe Biden è disposto a incontrare Vladimir Putin, a condizione che la Russia «inizi a mostrare segnali di volere cessare la guerra, anche se finora non lo ha fatto». È l’apertura al dialogo che arriva a seguito dell’incontro alla Casa Bianca tra il presidente Biden e il presidente francese, Emmanuel Macron. Macron ha inoltre annunciato una conferenza per fare il punto sulla situazione in Ucraina a Parigi il prossimo 13 dicembre. Un’occasione che potrebbe diventare il momento d’apertura al dialogo e al confronto tra le parti. Come dichiarato da Macron durante un’intervista alla Abc a margine della sua visita negli Stati Uniti, un negoziato di pace «è ancora possibile». Il presidente francese è consapevole che non ci si può permettere di fare troppe illusioni, dato che Putin ha commesso «un enorme errore» nella sua guerra di aggressione contro Kiev. Ma a suo avviso la via diplomatica è ancora la soluzione più auspicabile per iniziare a risolvere la crisi. «Se avessi una risposta» sulla volontà di Putin negoziare, ha detto Macron, «ora sarei al tavolo con lui». Le posizioni di Ucraina e Russia rimangono ancora molto distanti, e Parigi – attraverso il suo presidente – spiega da cosa non si può prescindere perché un accordo, qualora dovessero iniziare i negoziati, sia davvero efficace. «Una pace giusta non è una pace che può venire imposta agli ucraini», spiega Macron, «una pace giusta non è una pace che a medio o lungo termine non sarebbe accettata da una delle due parti». Poco dopo l’intervento del presidente francese, Mosca – attraverso il portavoce Dmitry Peskov – fa sapere che non è ancora in programma alcuna telefonata con Parigi al momento.


Macron contro gli Usa sui sussidi all’inflazione

Macron ha ribadito e sottolineato l’importanza fondamentale del rapporto privilegiato tra gli Stati Uniti e i paesi occidentali, ma non ha risparmiato le critiche al partner atlantico. «L’alleanza tra Francia e Stati Uniti è più forte di tutto», ha esordito il presidente francese, «ma con grande franchezza ho detto ai deputati americani che i sussidi Usa rischiano di spaccare l’Occidente». Macron ha infatti criticato il piano di Joe Biden per combattere l’inflazione. Pur condividendone gli obiettivi, Macron ha sottolineato come le misure varate dal Congresso avranno l’effetto di frammentare l’occidente e penalizzare le economie europee.


Foto di copertina: EPA/SHAWN THEW

Continua a leggere su Open

Leggi anche: