No! In questo albero di Natale lettone non ci sono svastiche naziste

La propaganda alimenta questa narrativa. In realtà si tratta di simboli folkloristici usati in Lettonia da centinaia di anni, ben prima della nascita del nazismo

Un albero di Natale addobbato con delle svastiche? Questo è quello viene sostenuto in alcuni post su Facebook che accusano gli abitanti della del borgo di Lielvarde – e per estensione della Lettonia tutta – di essere dei nazisti. Vengono tracciati dei cenni storici che fanno riferimento ai gruppi militari spontanei lettoni che combattevano al fianco dei nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale e tra le fonti vengono citati media russi, come Russia Today. Il contesto che viene dato, però, è fuorviante, e diverso da quello reale.

Per chi ha fretta:

  • Delle croci molto simili alle svastiche naziste vengono utilizzate nelle decorazioni natalizie di una piccola cittadina lettone.
  • Alcuni utenti su Facebook, incalzati dalla propaganda russa, gridano all’apologia del nazismo.
  • In realtà il simbolo della svastica fa parte del folklore dei popoli che abitano l’Eurasia, e in particolare l’area dell’odierna Lettonia da migliaia di anni.

Analisi

Di seguito vediamo lo screenshot di uno dei post che condividono il video di quello che si sostiene essere l’albero di Natale Lielvarde, in Lettonia. Nella descrizione si legge:

«Questo è l’albero di Natale a Lielvārde, Lettonia. Vi ricordo che in Lettonia durante la seconda guerra mondiale esistevano numerose unità militari formate dagli abitanti locali, che facevano parte dell’esercito nazista. I boia nazisti lettoni parteciparono allo sterminio degli ebrei, russi, bielorussi e collaboravano con i nazisti nella cattura e uccisione dei partigiani. Però evidentemente la memoria storica dei lettoni è deviata a tal punto che oggi la svastica nazista continua a rappresentare per loro un simbolo di cui essere fieri. #nicolaililin»

Altri post che condividono lo stesso video menzionano come fonte del materiale Russia Today (abbreviato in RT), il principale canale di informazione russo in inglese, controllato dal Cremlino. Come tutti i media gestiti dallo Stato russo, anche RT diffonde la propaganda di Putin. Un’altra descrizione recita:

«L’albero di Natale è addobbato: un simbolo simile a una svastica raffigurato sull’albero di Natale in Lettonia. Un elemento del costume nazionale di un’antica cintura intrecciata, un simbolo sacro – una croce spezzata – adorna l’albero di Natale nel lettone Lielvarde. Fonte: RT Russian, bloccato nel democratico occidente. Contro la censura iscriviti al canale: Донбасс Италия Donbass Italia per vedere i video e leggere le news più importanti di RT. www.donbassitalia.it»

È innegabile la presenza sugli alberi di Natale di simboli molto simili, se non quasi uguali alla svastica usata dai nazisti. Corretta è anche la locazione dell’albero di Natale, che infatti appare sulla pagina Facebook della cittadina. Vediamo di seguito uno screenshot.

Tuttavia, gli addobbi non sono stati affissi per ricordare i presunti fasti del nazismo, ma perché la loro forma fa parte della tradizione lettone da centinaia di anni. Una spiegazione completa si trova nell’enciclopedia nazionale lettone, dove si apprende che il simbolo si chiama ufficialmente ugunskrustam («petardo», in italiano). Il simbolo è noto anche come «croce del fulmine» (Pērkona krusts). La croce fa parte della mitologia dei popoli che abitavano l’area dell’odierna Lettonia fin dal III secolo dopo Cristo. La sua massiccia diffusione si ebbe tra il VII e l’VIII secolo. Ben prima che i nazisti decidessero di appropriarsene. La croce veniva usata dall’aviazione lettone già nel 1919 mentre sue variazioni appaiono anche sugli stemmi di alcune municipalità, ad esempio quella di Stāmeriena, creata nel 1867.

Stemma di Stāmeriena

Secondo la legge lettone, il simbolo può essere usato ogniqualvolta faccia richiamo al folklore e non al nazismo, come fanno notare i colleghi di Reuters. Il contributo della propaganda russa nella diffusione dell’erronea interpretazione della croce come simbolo usato per ricordare il nazismo è attestata anche in questo articolo della testata lettone Jauns.lv, che evidenzia come anche l’ambasciata russa in Lettonia abbia diffuso le foto delle decorazioni di Lielvarde.

Infine, va tenuto presente che la svastica non è un simbolo che nasce con il nazismo. Anche se il movimento tedesco se ne è appropriato, la svastica fa parte della simbologia di molte culture eurasiatiche da millenni. Si pensi alla statua – la più alta al mondo – del Grande Buddha della Pianura Centrale, nella provincia cinese dell’Henan, che ne ha una incisa sul petto.

Conclusioni:

Ancora una volta una svastica utilizzata da millenni nel folklore di una cultura – in questo caso quella lettone – viene interpretata come un inno al nazismo, anche se l’ideologia di estrema destra se n’è appropriata solo nel secolo scorso. A farne le spese questa volta sono le decorazioni natalizie di un piccolo villaggio lettone, con tanto di zampino della propaganda russa ad alimentare la disinformazione.

Questo articolo contribuisce a un progetto di Facebook per combattere le notizie false e la disinformazione nelle sue piattaforme social. Leggi qui per maggiori informazioni sulla nostra partnership con Facebook.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: