Juve, il Cda riapprova il bilancio: perdite per 239,3 milioni di euro

Il Cda dimissionario della Juventus riunitosi oggi 2 dicembre ha approvato la modifica al bilancio consolidato per l’esercizio 2021/2022 che si chiude con una perdita di 239,3 milioni di euro. Il nuovo progetto di bilancio per l’esercizio chiuso al 30 giugno 2022 sarà votato dall’Assemblea degli azionisti prevista per il 27 dicembre, che si riunirà in un’unica convocazione. La riappropriazione del bilancio arriva dopo le analisi e la valutazioni del Consiglio di amministrazione juventino dello scorso 28 novembre «acquisiti i nuovi pareri aggiornati – si legge nella nota del club – resi alla luce dell’esame della documentazione rilevante, relativa all’indagine della Procura, con riferimento alle cosiddette “manovre stipendi“, realizzate negli esercizi 2019-20 e 2020-21». Sempre a proposito delle indagini incorso, il club aggiunge che «Juventus continuerà a collaborare e cooperare con le autorità di vigilanza e di settore, impregiudicata la tutela dei propri diritti in relazione alle contestazioni mosse contro i bilanci e i comunicati della Società dalla Consob e dalla Procura». Le nuove stime sarebbero state fatte considerando che «si tratta di profili complessi – spiega il club – relativi a elementi di valutazione suscettibili di differenti interpretazioni circa il trattamento contabile applicabile, il Consiglio di Amministrazione ha attentamente considerato i possibili trattamenti alternativi». Pur confermando che le valutazioni sul bilancio fatte finora sarebbero state in linea con i principi contabili consentiti, la Juventus «in via di adozione di una prospettiva di accentuata prudenza, ha ritenuto di rivedere alcune stime di oneri di competenza a fine giugno 2020 e fine giugno 2022».


Continua a leggere su Open


Leggi anche: