No! Questa giacca non è fatta di pelle umana e non è prodotta da Balenciaga

Si tratta dell’opera (in lattice e silicone) di un’artista di effetti speciali australiana

Il brand d’abbigliamento spagnolo Balenciaga è finito al centro di uno scandalo per una campagna pubblicitaria che raffigurava dei bambini che tenevano in mano dei peluche vestiti con borchie e accessori di pelle che richiamano le pratiche Bdsm. Non è ancora chiaro come mai sia stata scelta una campagna pubblicitaria tanto controversa, ma in poche ore la polemica ha fatto il giro del web, dando vita a fake news ancora più surreali e macabre della vera campagna pubblicitaria. Nello specifico, c’è chi sostiene che la casa di fashion abbia disegnato e prodotto una giacca fatta in pelle umana.

Per chi ha fretta:

  • La giacca esiste davvero, ma non è fatta in pelle umana e non è prodotta da Balenciaga.
  • Si tratta dell’opera (in lattice e silicone) di un’artista di effetti speciali australiana.
  • Sul sito dell’artista è possibile acquistarla.

Analisi

«Una giacca fatta di pelle umana – Questa azienda è posseduta dal demonio», questo si legge nella descrizione di un post su Facebook che condivide un’immagine di un uomo con indosso quella che effettivamente sembra essere una giacca creata cucendo assieme la pelle di diverse teste umane. In basso campeggia il logo Balenciaga in sovrimpressione.

L’idea è macabra e impossibile da realizzare. E infatti Balenciaga non ha mai messo in commercio un capo d’abbigliamento in pelle umana. Tuttavia, la giacca mostrata nella foto esiste veramente. Si tratta di un’opera dell’artista di effetti speciali australiana che su Facebook si presenta con il nome Kayla Arena Fx. Su profilo della ragazza si numerose altre opere che con l’uso di materiali come plastica e lattice riproducono parti del corpo umano che sembrano essere state ridotte in carne viva o ustionate.

Gli altri prodotti

Navigando sul sito dell’artista si possono trovare numerose opere indossabili: cappelli, scarpe, reggiseni e – appunto – anche la giacca mostrata su Facebook. Al prezzo di 1630 euro è possibile acquistare il capo d’abbigliamento cucito a mano dall’artista. Sul sito è evidenziato che il materiale usato per produrre la giacca è il lattice, che è stato dipinto con pigmenti al silicone.

L’ispirazione dal serial killer

Il sito informa anche che la serie di cui la giacca fa parte è ispirata al vero caso del serial killer Edward T. Gein che negli anni ’50 uccise e riesumò dalle loro tombe alcune persone, per poi usarne le ossa e la pelle per produrre oggetti d’arredo, tra cui delle lampade da tavolo.

Conclusioni:

La foto di una giacca apparentemente fatta di pelle umana viene condivisa su Facebook per rafforzare la polemica nata attorno al brand d’abbigliamento Balenciaga. Tuttavia, la giacca non è fatta veramente di pelle umana, ma di lattice e silicone. A produrla è un’artista di effetti speciali australiana di nome Kayla Arena.

Questo articolo contribuisce a un progetto di Facebook per combattere le notizie false e la disinformazione nelle sue piattaforme social. Leggi qui per maggiori informazioni sulla nostra partnership con Facebook.

Continua a leggere su Open

Leggi anche: