Usa, Biden firma la legge per tutelare i matrimoni gay: «Questa norma difende l’amore e colpisce l’odio in tutte le sue forme»

Il presidente statunitense: «È un passo fondamentale verso uguaglianza, libertà e giustizia per tutti, e va verso la creazione di una nazione in cui la decenza, la dignità e l’amore siano riconosciuti, onorati e protetti»

Il presidente statunitense Joe Biden ha firmato e trasformato in legge il Respect for Marriage Act, il provvedimento che tutela a livello federale il diritto di contrarre matrimonio tra persone dello stesso sesso. Biden ha firmato il provvedimento davanti a centinaia di persone che si sono riunite nel South Lawn della Casa Bianca. «Oggi è una buona giornata: l’amore che questa legge difende segna un punto contro l’odio in tutte le sue forme, ed è per questo che questa legge è importante per ogni singolo americano», ha esordito Biden dopo essere salito sul podio dopo la vicepresidente Kamala Harris. Il presidente statunitense, nel corso del suo discorso ha sottolineato che «il matrimonio è una proposizione semplice, ha a che fare con chi si ama, senza interferenze del governo». «Gli Stati Uniti compiono un passo fondamentale verso l’uguaglianza, per la libertà e la giustizia, non solo per alcuni, ma per tutti, verso la creazione di una nazione in cui la decenza, la dignità e l’amore siano riconosciuti, onorati e protetti», ha proseguito il presidente Usa. «Siamo qui oggi per celebrare il loro coraggio e tutti coloro che hanno reso possibile questa giornata – ha proseguito Biden -. Un coraggio che ha portato al progresso che abbiamo visto crescere nel corso dei decenni e che ci dà la speranza che le future generazioni portino avanti, verso un futuro migliore». Il disegno di legge sul matrimonio è stato approvato con il sostegno bipartisan in entrambe le camere del Congresso dopo mesi di trattative, in particolare sulle disposizioni relative all’appartenenza religiosa. La scorsa settimana, la Camera ha approvato con 258 voti a favore e 169 contrari il disegno di legge che prevede che venga tutelato a livello federale il diritto di contrarre matrimonio tra persone dello stesso sesso, dopo il via libera del Senato che dello scorso 29 novembre.


Continua a leggere su Open


Leggi anche: