Vietnam, bambino intrappolato in un buco di 35 metri: da 3 giorni si cerca di recuperarlo – Il video

Il piccolo Ly Hai Nam è finito nella cavità di un cantiere mentre cercava rottami di metallo con alcuni amici

Un bambino di 10 anni è rimasto intrappolato in una cavità di 35 metri in Vietnam e i soccorsi stanno cercando di liberarlo da tre giorni. Il piccolo si trova in un cantiere edile volto alla costruzione di un ponte nella provincia meridionale del Dong Thap. Si chiama Ly Hai Nam ed è finito nella cavità lo scorso 31 dicembre mentre cercava con alcuni amici dei rottami di metallo. Come segnalano le testate locali, il diametro del pilastro in cui è caduto è largo solo 25 centimetri. Sono stati diversi i tentativi di recupero del bambino, che non si sa se sia ancora vivo o meno. I testimoni riferiscono di averlo sentito urlare per una decina di minuti appena è caduto. Inizialmente hanno provato a sollevare il pilastro infilato nel terreno, poi ad ammorbidire quest’ultimo attorno, ma senza risultati. Le autorità hanno riferito che si tratta di un’operazione «molto complicata»perché la cavità è troppo stretta per far entrare i soccorritori. Il primo ministro Pham Minh Chinh ha ordinato al Comitato nazionale per la risposta ai disastri naturali, la ricerca e il salvataggio e ai ministeri della difesa, della pubblica sicurezza, dei trasporti e della costruzione di inviare personale e attrezzature e di ottenere l’assistenza di esperti per il salvataggio. Nel frattempo, l’area del cantiere è stata recintata e continuano i tentativi di recupero di Ly Hai Nam.


Foto di E.vnexpress


Continua a leggere su Open

Leggi anche: