Ombre cinesi sui cieli Usa. «Il pallone spia ha raccolto e inviato a Pechino dati sensibili da basi militari»

La rivelazione di alti funzionari della Casa Bianca. Secondo l’intelligence a essere trafugati sono stati segnali radio di apparati bellici e comunicazioni personali

Il pallone spia cinese che a inizio 2023 aveva sorvolato i cieli statunitensi è riuscito a raccogliere dati sensibili da diverse basi militari degli Usa, nonostante gli sforzi dell’amministrazione Biden per evitarlo. A farlo sapere sono alti funzionari della Casa Bianca citati da Nbc News. La testata fa sapere che la Cina era in grado di controllare il velivolo, che ha effettuato numerosi passaggi sopra determinate aree ad uso militare, in certi casi muovendosi tracciando un otto. Secondo i funzionari Usa, il pallone spia sarebbe anche riuscito a trasmettere i dati raccolti a Pechino in tempo reale. Si tratta principalmente di segnali radio, captati intercettando le comunicazioni personali dei militari e di certi apparati bellici.


Le analisi dell’intelligence

I dati ottenuti sarebbero stati molti di più se molte comunicazioni non fossero state criptate – o direttamente interrotte – e alcuni obiettivi sensibili spostati. Secondo quanto riferito dall’intelligence Usa, le comunicazioni intercettate sarebbero comunque di valore relativamente basso. Il primo avvistamento del pallone spia risale alla fine di gennaio. A inizio febbraio, Pechino sosteneva che si trattasse di un dispositivo civile per effettuare rilevazioni meteorologiche, finito fuori rotta a causa del vento. Successivamente, altri tre palloni simili erano apparsi sui cieli d’Oltreoceano, mentre il primo tra quelli avvistati è stato abbattuto al largo della Georgia il 4 febbraio. Quello che rimane del pallone esploso è ancora oggetto delle analisi dell’intelligence Usa, riporta il Guardian, ricordando che Pechino ha dispiegato palloni simili sui cieli di almeno 40 Paesi in cinque diversi continenti.


Continua a leggere su Open

Leggi anche: