Mara Venier ancora vittima dell’intelligenza artificiale, la falsa intervista a Sallusti per vendere prodotti finanziari: «Sono disperata»

La conduttrice ha denunciato all’Agcm la truffa di cui è vittima tramite un video generato con il deepfake

Alessandro Sallusti, intervistato da Mara Venier, che promuove servizi di trading: una intervista mai avvenuta, totalmente falsa, che ancora una volta vede protagonista la conduttrice di Domenica In, che ora si dice «disperata e preoccupata». Già a ottobre, e poi a gennaio, video simili riguardanti Mara Venier sono stati massicciamente sponsorizzati sui social, e già allora aveva presentato una denuncia contro l’uso truffaldino della sua immagine. Nei mesi scorsi, pubblicizzava dei servizi di trading in un improbabile colloquio con Elon Musk, e assicurava come a fronte di un piccolo investimento si potesse ottenere un ingente reddito mensile. Il più recente tentativo di truffa con l’intelligenza artificiale e il deepfake invece la vede intervistare il giornalista Sallusti per promuovere un servizio simile. «La mia immagine continua ad essere illecitamente utilizzata, anche attraverso l’impiego delle intelligenze artificiali, per promuovere, attraverso siti web, investimenti di piccole somme in danaro in iniziative finanziarie, attuate mediante i Bitcoin, che garantirebbero introiti molto copiosi in tempi brevi», spiega tramite il suo avvocato Giorgio Assumma, che ha presentato una denuncia urgente all’Agcm, «affinché dia avvio ad un procedimento sanzionatorio, a danno del soggetto che ha, sotto falsa denominazione, realizzato la illecita iniziativa». Nel recente passato, vittime come lei di queste iniziative sono stati Fabio Fazio, Giovanna Botteri, e anche Alessandro Cattelan e Francesca Fagnani. «Tale Autorità interviene in tutti i casi analoghi al suddetto per inibire la continuazione dell’attività illegale e per comminare le sanzioni pecuniarie del caso», prosegue la nota dell’avvocato, «anche il giornalista Sallusti, a quanto mi risulta, ha intrapreso una propria azione legale».


Leggi anche: